In questo articolo si parla di:

Sono stati oltre 200 gli iscritti alla Rossignol X-Color Tour nella tappa di Folgaria del 16 e 17 marzo, numero che registra un grande successo per un evento per divertirsi e fare del bene. Infatti sulla neve della località trentina, si è rinnovato l’appuntamento con divertimento e solidarietà grazie alla fun race alla quale hanno partecipato anche i bambini e i ragazzi della Onlus veronese “Continuando a Crescere” che, in collaborazione con “I Bambini delle Fate”, si occupa di attività di inclusione per le persone con disabilità e per le loro famiglie.

L’incasso delle iscrizioni alla X-Color (5 euro) è stato infatti destinato interamente alle attività sulla neve dell’associazione.

«È andata oltre le aspettative, con 55 squadre e più di 200 partecipanti alla gara di domenica, ma l’incasso sarà superiore alla semplice moltiplicazione della quota d’iscrizione per il numero dei partecipanti perché diverse persone hanno voluto versare una quota superiore e abbiamo ricevuto anche delle donazioni da chi ha conosciuto la nostra realtà grazie a Rossignol X-Color Tour e non ha partecipato all’evento» dice Monica Meda, presidente della Onlus Continuando a Crescere.

La soddisfazione per i risultati ottenuti da Rossignol X-Color Tour va oltre i semplici numeri. «Abbiamo dato la possibilità a 20 ragazzi, insieme alle loro famiglie, di imparare a sciare, fare una passeggiata con le ciaspole o una sciata, con lezioni ad hoc il sabato a cura della Scuola italiana sci “Scie di Passione”, e di partecipare alla fun race la domenica: pochi giorni prima dell’evento si sono uniti a noi 15 ragazzi di un’altra organizzazione, con i loro maestri di sci e le famiglie, ed è stato bello condividere questa esperienza» continua Meda.

All’evento hanno preso parte anche 30 ragazzi della Banca del Tempo Sociale, un progetto che vede la nascita di una interazione tra ragazzi/e neuro atipici e studenti/esse dell’Istituto Psicopedagogico Montanari Verona. «Rossignol è orgogliosa di proseguire il sostegno a questa iniziativa che negli anni ha portato tanto colore e divertimento sulle piste da sci – aggiunge Simone Mancini, Marketing manager del Gruppo Rossignol Italia -. I sorrisi e le emozioni che abbiamo visto sui volti dei ragazzi durante l’evento ci hanno riempito di gioia e ci hanno fatto capire quanto lo sci e gli sport sulla neve possano anche essere inclusivi per chi ha una disabilità, regalando momenti spensierati e davvero felici».

Rossignol X-Color Tour

Rossignol X-Color Tour è una fun-race con l’obiettivo del massimo divertimento, adatta a grandi e piccini e a ogni livello di sciatore. Una formula accattivante, una via di mezzo tra una caccia al tesoro e una gara di orientamento, naturalmente sulla neve.

Il gioco si svolge a squadre di minimo due componenti e consiste nel trovare le “X” colorate disseminate sulle piste del comprensorio che ospita la manifestazione. Ogni concorrente era munito di un giubbino in TNT, perfetto per essere sporcato di colore (rigorosamente atossico ed eco-friendly) e doveva recarsi in tutti i punti colore per poter completare il tracciato e vincere fantastici premi e gadget messi in palio dagli sponsor.

Sono state premiate le prime cinque squadre della classifica finale e le prime a raggiungere i punti colore, ma non sono mancati premi a estrazione perché X-Color è prima di tutto una festa. Punto forte delle due giorni è stata la possibilità di provare l’intera gamma degli sci Rossignol, non solo da pista ma anche per il freeride e lo scialpinismo. Ora non resta che aspettare la prossima edizione dell’evento che – pausa pandemica esclusa – colora le nevi italiane dal 2019.