In questo articolo si parla di:

ASICS EMEA ha registrato un aumento dei ricavi nel 2022 del 4,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, con un margine di utile dell’11,6%. In tutti i mercati europei l’azienda ha inoltre registrato una crescita sui canali all’ingrosso e sui rivenditori, questo nonostante le difficoltà che la supply chain mondiale ha riscontrato nel corso dell’anno.

“Abbiamo osservato un forte aumento della domanda per tutte le categorie merceologiche offerte dal nostro brand. Tuttavia, non possiamo negare che il blocco della supply chain abbia causato un forte impatto sull’attività produttiva. Durante l’ultimo trimestre, sono state messe in atto soluzioni per fornire prodotti ai nostri rivenditori e consumatori: ora abbiamo una forte spinta. Questi risultati mi hanno dato molta fiducia e ringrazio tutti i partner per il supporto dimostrato”. Questa la dichiarazione di Carsten Unbehaun, chief executive officer di ASICS EMEA.

Questo risultato è dovuto anche a un’importante innovazione che il brand ha portato lo scorso aprile con il lancio dei modelli METASpeed+, pensati per le alte performance con schiuma realizzata con tecnologia FF Blast Turbo, e progettate per supportare gli atleti nel raggiungimento dei propri record personali. La linea è stata presentata all’evento META : Time : Trials, durante il quale sono stati registrati infatti quattro record nazionali e 27 personal best.

A maggio invece ASICS ha accompagnato la numero uno al mondo Iga Świątek nella vittoria del Roland Garros, ottenendo il secondo titolo più importante della sua carriera e prolungando così un 2022 da record. Il marchio ha dominato il weekend delle finali del torneo di Parigi, con otto delle nove finali in cui i giocatori indossavano le sue calzature da tennis. 

A giugno infine l’azienda ha collaborato con il rivenditore tedesco AFEW per creare l’ “Uplifting Pack”, a sostegno della consapevolezza sulla salute mentale. Composto da due paia di scarpe GT-II, la partnership ha contribuito a raccogliere fondi per l’organizzazione Deutsche Depressionshilfe.