In questo articolo si parla di:

Nella giornata del 14 aprile è andato in scena Prowinter Season Finale con la quinta edizione di Ski Rental Summit, appuntamento di fine stagione dedicato ai noleggiatori del mondo neve.

Come ogni anno l’osservatorio sul comparto del noleggio dell’articolo sportivo in montagna, ProwinterLab, ha raccolto i dati del settore presentati per l’occasione nella quale sono stati evidenziati alcuni elementi chiave per comprendere le dinamiche che hanno ridisegnato il mercato del noleggio sciistico in questa stagione.

Dai risultati dell’indagine condotta tra gli ski rental italiani emerge un bilancio positivo per l’andamento dell’inverno: oltre l’80% degli intervistati ha dichiarato una stagione nella media o sopra le aspettative. 

L’indagine ha raccolto le opinioni dei noleggiatori italiani tramite un questionario di 21 domande con l’obiettivo di indagare, nella maniera più puntuale possibile, l’andamento della stagione 2021/22. Sono stati coinvolti operatori di tutto l’arco alpino e di qualche rappresentante degli Appennini, evidenziando un sentimento generalmente positivo, confermato da oltre l’80% dei noleggiatori che hanno dichiarato una stagione nella media o sopra le aspettative.

Il primo dato significativo riguarda la riapertura: tutti i noleggiatori intervistati hanno dichiarato di aver potuto riaprire l’attività per la stagione corrente, e per il 90% di loro l’apertura è stata regolare e continuativa.

La loro stima sulla variazione del fatturato 21/22 rispetto a quello della stagione 19/20 (quindi in era pre-Covid) è un dato più eterogeneo e solo il 25% degli intervistati dichiara di non aver subito variazioni. Numeri particolarmente incoraggianti se valutati insieme al 21% degli intervistati che riferiscono di aver registrato una crescita del giro d’affari variabile tra il 10 e il 30%.

Il report completo e i dati li troverete sul prossimo numero di Outdoor Magazine.