In questo articolo si parla di:

Sono nove le strutture che verranno sovvenzionate dallo schema di convenzione per il finanziamento a fondo perduto approvato dalla Giunta della Lombardia. Obiettivo: la realizzazione di alcune infrastrutture sportive, in vista dei Giochi invernali del 2026 di Milano-Cortina. Si tratta di 17,5 milioni di euro stanziati dal Ministero del Turismo per migliorare l’attrattività dei territori.

“Interventi importanti e fondamentali per la realizzazione dei Giochi, ma anche un patrimonio che, in chiave futura, resterà a disposizione dei territori interessati” ha spiegato il presidente Attilio Fontana.

Altrettanti i comuni interessati da questo lotto di opere che spazieranno dai centri di allenamento alle palestre naturali: quattro sono in provincia di Sondrio, due di Brescia e tre di Lecco. Impianti ecosostenibili da sfruttare anche dopo le Olimpiadi per la valorizzazione turistico-sportiva delle montagne lombarde.

Le strutture per Milano-Cortina

PROVINCIA DI BRESCIA – Comune di Borno, realizzazione nuova telecabina di arroccamento con il Monte Altissimo e nuovo rifugio (4.750.000 euro). Unione dei Comuni dell’Alta Valle Camonica: realizzazione nuovo palazzetto per il ghiaccio (3.000.000 euro).

PROVINCIA DI LECCO – Comune di Barzio: implementazione servizi e aggiornamento impianto sportivo per la pratica dello sci nordico presso Piani di Bobbio (1.000.000 euro). Comunità Montana del Lario Orientale e Valle San Martino: totale rifacimento palestra di roccia di Ragni di Lecco (1.500.000 euro). Infine, Comune di Casargo: realizzazione bacini di innevamento e illuminazione piste Alpe Giumello e Alpe Paglio (950.000 euro).

PROVINCIA DI SONDRIO – Comunità Montana della Valchiavenna: chiusura laterale palazzo del ghiaccio con rifacimento copertura (2.000.000 euro). Comune di Madesimo: interventi su infrastrutture sportive (300.000 euro). Comune di Sondrio: rifacimento Palazzetto dello Sport di piazzale Merizzi a Sondrio (3.000.000 euro). Infine, Comune di Albosaggia: realizzazione struttura di accoglienza/centro di allenamento per lo sci alpino e lo ski running in località Campelli (1.000.000 euro).