In questo articolo si parla di:

Gli amanti dello snowboard lo conoscono bene: il Burton Mountain Mash 2022 powered by Samsung è l’evento che da cinque edizioni accendi i riflettori sul mondo della tavola a 360 gradi. Dopo un anno di assenza forzata, Madonna di Campiglio torna ad ospitare un evento che è la celebrazione di una disciplina che è anche uno stile di vita e per il 2022 ha messo in pista una serie di attività in grado di attirare appassionati da tutta Italia registrando una partecipazione importante.

I numeri infatti son da record: 180 test di tavole in un giorno, 60 ragazze iscritta al woman camp e 170 iscritti al banked slalom. Dal 2 al 6 febbraio la località trentina ha infatti ospitati i tantissimi i partecipanti che, tra pro-rider, amatori e bambini, hanno avuto l’occasione di vivere il mondo della tavola tra competizioni, test tavole e attacchi, lezioni dedicate e non solo.

In tanti hanno provato lo smartphone ufficiale dell’evento, il nuovo Samsung Galaxy S21 FE 5G, con cui sono stati anche prodotti contenuti di altissima qualità per i canali social ufficiali del Mountain Mash. Al Mountain Mash c’era anche Chill (“Ride, Inspire, Lead”), il programma di volontariato Burton volto ad ispirare giovani meno fortunati a superare le sfide attraverso gli sport da tavola.

“Dopo questo anno e mezzo di stop completo delle nostre attività, aver visto una partecipazione così importante, record di sempre di 180 test di tavole in un giorno, 60 ragazze per il nostro woman camp, 170 iscritti al banked slalom, numeri mai registrati prima. Tutto ciò ci rende molto orgogliosi e ci ripaga degli sforzi fatti”,
ha detto Pietro Colturi, ceo di B-Factory e country manager di Burton Italia.

“Ne esce vincente il nostro sport, lo snowboard, il pubblico e i consumatori, la parte che fa crescere questo mercato. I numeri parlano da soli. Campiglio è stata invasa da snowboarder, non si erano mai visti così tanti snowboarder tutti insieme su una pista. Dal punto di vista organizzativo vorrei ringraziare tutti, dal primo all’ultimo: vedere i volontari proporsi di iniziare a lavorare dalle 6.30 del mattina per far riuscire tutto al meglio la dice lunga sulla passione e sulla particolarità del nostro sport e del nostro brand. Tutti hanno lavorato per la miglior riuscita dell’evento”.

Lo Slopestyle Contest ha invece visto la partecipazione di pro-rider italiani e internazionali e ha visto la vittoria del russo Mikhail Matveev a conquistare la prima posizione sul podio seguito dai due atleti Burton della nazionale italiana: il local hero di Madonna di Campiglio, Alberto Maffei al secondo posto, ed Emil Zulian al terzo. È stata Emma Gennero ad aggiudicarsi la prima posizione nella categoria femminile.

Sabato si è tenuta la proiezione del docufilm “Dear Rider”, inno alla vita e alla persona di Jake Burton scomparso nel 2019. Attraverso una narrazione intima e sincera, familiari e amici raccontano la vita del grande rider e imprenditore. Non poteva mancare la proiezione di “Free”, docuserie dedicata a sensibilizzare gli spettatori a disabilità nel mondo dello snowboard. Diversi ambassador Burton affetti da disabilità fisiche raccontano la propria storia.

Orgoglio italiano è Jacopo Luchini che, nato senza mano sinistra, parteciperà alle Paralimpiadi Invernali di Pechino 2022. Presso il Burton Village oltre al test della nuova attrezzatura Burton e Step On, gli stand dei principali partner dell’evento: Anon, Insta360, Mak, Acquabrick, Snowit e Outbnd.

Domenica c’è stato invece l’Anon Banked Slalom proprio in memoria di Jake. L’edizione 2022 ha contato più di 150 iscritti divisi in diverse categorie. Tante le attività in loco, ma non solo, per un’edizione che si è mossa anche a livello digitale. Gli appassionati di snowboard hanno potuto seguire Burton Mountain Mash attraverso i contenuti creati ad hoc direttamente con il nuovo Samsung Galaxy S21 FE 5G. Il Mountain Mash è stato anche Women Camp: tantissime le donne e ragazze che hanno aderito alle attività “woman-only” firmate Burton. Lezioni di snowboard esclusive, pratiche di yoga per potenziare equilibrio, forza e controllo della tavola, test ride e molto altro.

Bruno Felicetti, general manager di Funivie Madonna di Campiglio ha così commentato: “È un evento sempre più spettacolare arricchito dalla presenza di numerosi rider sia della nazionale italiana che internazionali, e il tutto fornisce al nostro park un livello di visibilità sempre maggiore. Ci fa quindi ancora più piacere e ci inorgoglisce ricevere l’apprezzamento da parte di tutti gli atleti che sono venuti a Campiglio durante il Burton Mountain Mash, perchè è il frutto del duro lavoro che stiamo portando avanti in questi anni, soprattutto dopo questi ultimi due molto difficili.”