In questo articolo si parla di:

Tante le novità che coinvolgeranno Mottolino Fun Mountain dall’1 al 21 dicembre quando la ski area svelerà, una dopo l’altra, le novità che traghetteranno il comprensorio verso le Olimpiadi 2026 e oltre.

In programma infatti una serie di inaugurazioni che seguiranno l’apertura degli impianti, come quella del nuovo headquarter, il Centro Servizi completo di gaming house e area per lo smartworking. Il gran finale è il 21 dicembre, con l’apertura del ristorante Kosmo Taste the Mountain – Livigno & AlpiNN ispirato alla filosofia “Cook the Mountain” di Norbert Niederkofler.

In questi difficili mesi legati alla pandemia mondiale la ski area ha deciso di puntare al futuro, con coraggio, assumendo un rischio imprenditoriale. È nei momenti di crisi che emerge il vero spirito di Mottolino Fun Mountain: testardamente proiettato in avanti, capace di trasformare un ostacolo in un’opportunità di crescita.

L’headquarter della società rappresenta la prima opera privata legata alle Olimpiadi invernali 2026: il nuovo Centro Servizi, una struttura unica nel suo genere in Italia, importante e innovativa in termini di risposta alla clientela, che ingloba le attività di noleggio, deposito, scuola di sci, shop, profondamente rinnovati in termini di spazi.

Ma la vera rivoluzione è al primo piano, dove troveranno posto una gaming room – completa di simulatori di guida di ultima generazione – e un ambiente per il coworking e lo smartworking, con spazi modulabili, postazioni mobili e vista sulle montagne. Una “casa” dedicata a chi desidera alternare lo sci al divertimento e al lavoro, assecondando i bisogni di un target giovane, a suo agio con tutte le possibilità offerte dalla tecnologia.

Per rinnovare il ristorante, Mottolino Fun Mountain ha fatto appello infatti al più innovatore degli chef, Norbert Niederkofler, simbolo di un’etica gastronomica ancorata al territorio. Il Kosmo Taste the Mountain sarà infatti un avamposto della sua cucina di montagna, basata sulla stretta collaborazione con i produttori locali che forniranno ingredienti e ricette stagionali. Ad assumere la direzione strategica del nuovo locale sarà Mo-food, holding dello chef altoatesino Niederkofler e del socio Paolo Ferretti.

Questa trasformazione è l’ultima tappa – per ora – di un percorso coerente. Mottolino Fun Mountain negli anni ’90 è stata la prima ski area italiana a credere e investire nel freestyle, guardando a modelli nordamericani ed europei. Un punto di riferimento per un target giovane grazie al suo snowpark, punta di diamante della ski area Mottolino e struttura di importanza internazionale. Soprattutto alla luce dei prossimi anni, che vedranno l’area di Livigno crescere a livello di immagine, grazie all’appuntamento olimpico del 2026.