In questo articolo si parla di:

Oltre 30mila presenze e 150 espositori è il bilancio dell’edizione 2021 di Skipass, la fiera che da due anni mancava ad annunciare l’inizio della stagione invernale. Un successo simbolico dunque quello del salone del turismo e degli sport invernali dove si sono respirate aria di ripartenza e tantissima voglia di montagna.

A Modena si sono ritrovati tutti gli attori più importanti del settore neve: la FISI con i suoi atleti, il Pool Sci Italia con i suoi marchi, le località turistiche più importanti.

“Vista la situazione che abbiamo vissuto e quello che stiamo ancora vivendo,  siamo felici di come è andata la manifestazione”, dice Marco Momoli, direttore di ModenaFiere. “Per noi era fondamentale ripartire per dare un segnale e l’obiettivo è stato centrato. Skipass si conferma come appuntamento imprescindibile di apertura del settore, come ha dimostrato anche la presenza del Ministro Garavaglia”.

“Tutti noi –  prosegue Momoli – ci teniamo a ringraziare ancora una volta i nostri partner storici e quelli più recenti; in particolare FISI e Bper che non hanno esitato a darci il loro totale appoggio. Voglio anche ringraziare tutto lo staff di ModenaFiere che ha dato come sempre il massimo facendo in modo che tutto andasse per il verso giusto”.

ph: @ Marco Vagnetti

Tante le occasioni di riflessione sulla ripartenza del settore, sul palco Main Events, nel Media Village e anche nei diversi stand.

Di grande importanza la presenza del Ministro Massimo Garavaglia:

Si respira un clima di entusiasmo e voglia di ricominciare. L’attenzione al mondo della montagna è una novità. Era necessario cambiare atteggiamento e così abbiamo fatto. Nella legge di bilancio c’è un fondo dedicato alla montagna: è un settore fondamentale per l’intero Sistema Paese e finalmente si è capito

Ha detto il Ministro Garavaglia riferendosi al nuovo decreto turismo contenuto nel PNRR, che mette a disposizione delle strutture turistiche la cifra di 2,4 miliardi diretti, che diventano quasi 7 miliardi con la leva finanziaria.

Skipass Panorama Turismo

Lo abbiamo letto anche nel report di Skipass Panorama Turismo, il desiderio degli Italiani di soggiornare fuori casa è estremamente elevato. In questo contesto le destinazioni bianche italiane offrono l’opportunità di trascorrere tempo all’aria aperta, praticando attività sportive in un territorio puro&bianco: un tema, questo, al quale sono sensibili ben 3milioni 680mila nostri connazionali che non hanno mai frequentato la montagna bianca per la pratica sportiva ma che, nell’imminente inverno, saranno attratti da un’offerta di outdoor experience non agonistica. Anche da questo indicatore si comprende come l’inverno 2021/2022 possa davvero essere la stagione del rilancio per un’economia che quest’anno potrebbe ritornare ai livelli pre pandemia.

ph: @ Marco Vagnetti

La FISI si è confermata il cuore della manifestazione, con le sue attività e i suoi atleti. Sono stati ospiti di Skipass tutti i più importanti campioni italiani della neve: da Sofia Goggia, futura portabandiera azzurra alla cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici Invernali di Pechino 2022, a Michela Moioli, portabandiera tricolore nella cerimonia di chiusura. E poi Marta Bassino (che è l’Atleta dell’Anno FISI 2021), Dominik Paris, Federico Pellegrino, Kevin Fischnaller, Federica Brignone, Luca De Alpirandini, Manfred Moelgg, Stefano Gross, Giovanni Franzoni, Alex Vinatzer, Riccardo Tonetti, Alessandro Pittin, Lara Malsiner, Elia Barp e Giacomo Bertagnolli.

Le aree

ph: @ Marco Vagnetti

Per tutti i 4 giorni di Skipass è stato attivo il villaggio del Pool Sci Italia formato da un grande igloo gonfiabile e da tanti piccoli igloo, dove i marchi hanno esposto le loro novità 2021/2022 e sono stati a disposizione dei visitatori per gli approfondimenti tecnici.

Tanto fermento anche nell’area dedicata al turismo: i territori e le regioni si sono raccontate con entusiasmo e tanta voglia di offrire ai turisti, sportivi e non, un inverno indimenticabile.

Hanno funzionato molto bene, come sempre, anche i negozi: nel padiglione B sono state tantissime le persone che hanno approfittato delle occasioni che gli espositori hanno dedicato alla fiera, portando abbigliamento e attrezzatura dei brand più importanti del settore.

Nonostante le limitazioni dovute alle contingenze del momento, Skipass non ha trascurato neppure l’intrattenimento e il divertimento per i visitatori: nei padiglioni e nell’area esterna c’è stato spazio anche per attività dinamiche: slackline, prove di quad, monopattini e sfide di equilibrio.
Molto apprezzati sono stati il Ristorante Tirolese e l’area food truck nella zona della fiera all’aperto. Lo stesso vale per le due serate Après Skipass, che hanno avuto un riscontro importante.