In questo articolo si parla di:

Giacche ‘bio-sourced’ e zaini prodotti con materiali riciclati al 100%. Per il brand Picture la sostenibilità è sempre stata una priorità. Fin dalla sua nascita nel 2008 ha sempre cercato di produrre capi efficienti, funzionali, esteticamente attraenti, senza però dimenticare la propria vocazione green. L’impegno per un approccio sostenibile, etico e responsabile nei confronti dell’ambiente copre ogni aspetto dell’attività del brand di abbigliamento outdoor, dalla catena di fornitura, alla produzione, fino alla spedizione dei capi. Una filosofia perseguita da Picture come da moltissimi altri brand del settore outdoor. La sostenibilità è un tema sensibile e, oggigiorno, ormai irrinunciabile per tutte le aziende. Lo chiede l’ambiente e lo chiedono i consumatori.

Proprio per essere sempre più vicina sia all’ambiente sia al consumatore Picture, azienda certificata B Corp, si dedica a numerosi progetti che coinvolgono sia l’azienda (lato produzione e lato lavoratori) sia il consumatore finale, con molteplici iniziative (per saperne di più leggi QUI).

Le novità per la stagione invernale 2021/22 sono figlie di questo approccio.

Il ‘bio-sourced’, tra tutte, è uno dei traguardi più importanti. Cosa significa in pratica? Che il 100% della linea top di gamma Expedition e Utility saranno realizzati con tessuto esterno in parte di origine vegetale (58%) e in parte con materiali riciclati (42%). La parte di origine vegetale del poliestere viene prodotta a partire dagli scarti della lavorazione della canna da zucchero.

Utility Collection ©tanon

Expedition Collection

L’estensione a più capi della già nota membrana Xpore – La linea Lab, quella dove si concentra la ricerca e sviluppo del marchio, propone due completi con salopette (Folder Xpore Jkt e bib per lui, MT Xpore Jkt e bib per lei) che utilizzano l’innovativa membrana nanoporosa ed ecologica Xpore, già introdotta l’anno scorso sulla Demain Jacket. La membrana è realizzata con poliolefina riciclata e ha valori elevati di impermeabilità (25K di colonna d’acqua) e traspirabilità massima (20K). Sviluppata dal gigante dell’elettronica di consumo BenQ dopo diversi anni di ricerca e sviluppo, introduce un nuovo metodo per creare i necessari nanopori che rendono una membrana impermeabile e traspirante, attraverso un sistema di stiramento meccanico, invece di utilizzare il metodo più comune fatto con prodotti chimici. Il risultato è la prima membrana mai realizzata senza solventi e senza PFC, che è due volte più leggera dei laminati concorrenti sul mercato.

– 10 miliardi di nanopori per pollice quadrato

– 20.000x più piccoli di una goccia d’acqua

– 200x più grandi di una molecola di vapore acqueo

Lo zaino diventa amico dell’ambiente – Potrebbe essere questo il motto per la nuova linea di zaini da scialpinismo e snowboard-alpinismo, realizzata con il 100% di tessuto e fibbie da materiali riciclati. La backpack line propone tre dimensioni di zaini, ideali per tutte le esigenze, 18, 22 e 26 litri. Tutti i modelli hanno doppio portasci, porta-snowboard, porta piccozza, scomparto per il set di autosoccorso e sono compatibili con sistema di idratazione e portacasco.