In questo articolo si parla di:

Sono passati 30 anni dall’ultima volta che l’Italia ha ospitato un torneo WTA sul cemento indoor. Torna dal 23 al 31 ottobre presso il Courmayeur Sport Center, nella cittadina valdostana ai piedi del Monte Bianco. Con un montepremi di 235.238 dollari sarà l’ultima occasione per guadagnare punti validi per le WTA Finals.

Si tratta di una novità quasi assoluta, poiché l’Italia è un Paese tradizionalmente legato alla terra battuta. Le cose stanno gradualmente cambiando nel settore maschile, mentre non accadeva da quasi 30 anni che si giocasse un torneo femminile sul cemento indoor: era il febbraio 1992 quando Mary Pierce si impose a Cesena.

Sarà un evento cruciale del calendario internazionale, poiché si giocherà nell’ultima settimana prima delle WTA Finals. 

L’evento si inserisce in un contesto di rinascita per il tennis femminile italiano: dopo gli anni d’oro, in cui abbiamo avuto quattro campionesse straordinarie come Francesca Schiavone, Flavia Pennetta, Sara Errani e Roberta Vinci, il movimento si sta riprendendo nel migliore dei modi. Oltre a Camila Giorgi (splendida quartofinalista alle Olimpiadi e che ha nel cemento indoor la sua migliore superficie), si è creato un discreto gruppo di ragazze in crescita.

l buon momento è simboleggiato dalle recenti vittorie in Billie Jean King Cup (grazie al successo in Romania, l’Italia è a un passo da ritorno nel gruppo mondiale) e dagli ottimi risultati della romagnola Lucia Bronzetti.

Il sindaco Rota: “Felici e orgogliosi”

Courmayeur è lo scenario ideale per la nascita di un nuovo evento, la cui parte operativa sarà curata da Makers, società con vasta e lunga esperienza nell’organizzazione di eventi sportivi (tennistici e non solo). Tutto questo è stato possibile grazie al comune di Courmayeur, che ha fortemente voluto il ritorno del tennis professionistico esattamente 10 anni dopo lo svolgimento dell’ATP Challenger del 2011, vinto da Nicolas Mahut in finale su Gilles Muller.

“Il ritorno del grande tennis a Courmayeur Mont Blanc è una conferma per la nostra località. Ci candidiamo a ospitare eventi che possano attrarre non solo pubblico in presenza, ma anche accendere i riflettori del grande sport sulle nostre strutture e sulla località in generale. Siamo felici e orgogliosi che Courmayeur e i suoi campi da tennis indoor siano stati scelti dalla WTA per una competizione del circuito in un mese come ottobre, fondamentale per il nostro turismo e per la nostra idea di destagionalizzazione e promozione di stagioni come l’autunno, meravigliose per le attività sportive e outdoor. Courmayeur Mont Blanc è per tradizione e natura la culla dell’alpinismo e degli sport di montagna, ma è anche dotata di infrastrutture all’altezza, come il Courmayeur Sport Center che ospiterà l’evento, e di una sensibilità particolare nei confronti delle altre discipline sportive. Questo evento ne è la prova?”, ha detto Roberto Rota, sindaco di Courmayeur.

L’inizio di un mese straordinario

Per Courmayeur sarà una straordinaria occasione di visibilità in virtù di una copertura televisiva senza precedenti: tutte le partite del main draw saranno trasmesse integralmente in 160 Paesi, senza contare il notevole impatto economico del torneo sulla città e su tutta la Valle d’Aosta, ancora più prezioso visto il periodo dell’anno, prologo ideale alla stagione invernale.

Come ogni torneo di alto livello, non mancheranno iniziative collaterali. È già confermata “Allenarsi per il Futuro”, progetto contro la disoccupazione giovanile sviluppato da Randstad (in collaborazione con Bosch Italia) su tutto il territorio italiano. L’obiettivo è guidare i giovani verso il loro futuro offrendo percorsi di competenze trasversali, orientamento e opportunità di alternanza scuola-lavoro, attraverso il metodo dello sport: passione, impegno, responsabilità e soprattutto allenamento.

Durante il WTA 250 di Courmayeur, il progetto “Allenarsi per il Futuro” collaborerà attraverso attività di orientamento e alternanza scuola-lavoro con gli istituti del territorio.

Sarà un novembre senza precedenti per l’Italia del tennis

Ed è solo l’inizio: l’Italia non poteva chiedere un prologo migliore al novembre di fuoco che attende il nostro tennis, con un trittico di eventi senza precedenti: le Next Gen Finals a Milano, le ATP Finals a Torino e i gironi delle Davis Cup Finals, sempre al Pala Alpitour di Torino. Un mese indimenticabile che partirà proprio da Courmayeur.