In questo articolo si parla di:

“Si tornerà a sciare”: sono queste le parole che il ministro del Turismo Massimo Garavaglia ha sottolineato nel corso dell’incontro avvenuto con il presidente del Collegio Nazionale Beppe Cuc. Il ministro ha voluto evidenziare che nella prossima stagione invernale si tornerà la normalità, ovviamente “con regole e protocolli”, ma come il ritorno sulle piste sia garantito. Ha inoltre ribadito l’importanza che tutti gli attori della montagna coordinino un’azione comune con la quale sostenere le specificità della montagna, che rappresenta elemento primario nella filiera turistica del nostro Paese.

Amsi – Associazione Maestri Sci Italiani e Col. Naz. – Collegio Nazionale dei Maestri di Sci Italiani, in rappresentanza e tutela degli oltre 15.000 professionisti della neve e le oltre 400 scuole di sci danno notizia di questo primo importante tassello, raccolgono e condividono l’appello del ministro, ricordando che l’incontro svolto il 30 giugno scorso con Fisi e gestori impianti già richiamava questa specifica volontà.

Proprio questa unione e l’idea di un protocollo condiviso sono alla base del motore di quella concertazione che si deve perseguire tra gli attori, operatori economici e amministrazioni pubbliche della montagna.

Nel corso dell’incontro il presidente Beppe Cuc, anche a nome dell’Amsi, ha ringraziato il ministro Garavaglia per la firma del decreto che ha sbloccato i 40 milioni destinati ai maestri e alle scuole di sci dal decreto legge 41/21.