In questo articolo si parla di:

Dal 17 al 25 luglio Senigallia tornerà ad animarsi al ritmo delle tante attività di Deejay Xmasters, giunto alla decima edizione e pronto a riscattare l’anno di pausa forzata. Sessioni di coaching, gare e workshop vedranno la partecipazione di importanti esponenti delle discipline meno note ma assolutamente affascinanti. Avranno spazio lo skateboard, il canottaggio, il beach rugby, il crosstraining, lo yoga e tanti altri sport: 25 diverse discipline e 60 eventi previsti, negli oltre 40.000 mq occupati. Il tutto condito dalla musica offerta da ospiti internazionali e concerti, che animeranno le notti dell’evento. L’evento è naturlamente pensato per rispettare appieno tutte le norme anti Covid.

Il programma completo è disponibile visitando l’apposita pagina web.

Si conferma alta l’attenzione per l’ambiente, con attività e iniziative a impatto zero:

Green Area
La ‘Green Area’ sarà il polmone verde all’interno del village. Un luogo riservato agli speech e ai workshop, con gli ospiti e sportivi immersi in un ambiente rilassante. Qui si potranno ascoltare storie di imprenditoria, sport e sostenibilità ambientale. Sarà anche possibile conoscere più da vicino personaggi importanti che siamo abituati a seguire principalmente sui social, come Chiara Viola, in arte Ginny di “Una parola buona per tutti” che collabora con Radio Deejay come astrologa ufficiale e ci racconterà di questa “new era” dal punto di vista astrologico, commentando i segni zodiacali associati ai profili degli sportivi, e il celebre content creator Nick Pescetto.

Acquainbrick
Si berrà acqua davvero speciale alla decima edizione di DEEJAY Xmasters, quella marchiata Acquainbrick, un nuovo modo di bere acqua on-the-go. Acqua naturale pura al 100% confezionata esclusivamente in cartone, quindi niente plastica ma un packaging alternativo e maggiormente sostenibile, composto per il 76% da materia prima di origine vegetale e rinnovabile. In confronto a una bottiglietta di acqua da 500 ml, una fornitura minima di 40mila brick in stesso formato (20mila litri di acqua) consente infatti un risparmio complessivo di 428 kg di plastica fossile.

Roby clean-up | 25 luglio, ore 10.00 | Roberto D’Amico
Roberto D’Amico, il campione italiano di surf, torna a DEEJAY Xmasters facendosi carico di un compito tanto ambizioso quanto virtuoso: sensibilizzare il villaggio alla salvaguardia di mare, spiaggia e scogliere. Da sempre, dalla sua città natale Ladispoli, alle località dove ha ottenuto le sue più grandi vittorie sportive come Hawaii e Maldive, si è speso per ripulire le spiagge e le scogliere da plastiche e da rifiuti di ogni genere. Il 25 luglio sarà a Senigallia per l’iniziativa Roby Clean Up. Per partecipare e aiutare l’ambiente con Roberto, basterà munirsi di guanti da lavoro e maschere, boccaglio e scarpette da scoglio, per fare piccole immersioni. Chiunque si iscriverà, riceverà la goodie bag #neweraregeneration di DEEJAY Xmasters. Per info e prenotazioni.

Citizen Science | 17 luglio, ore 15.30
Il 17 luglio lo sport chiederà aiuto alla scienza con un’attività dedicata all’ambiente, in un workshop nato dalla collaborazione tra Outdoor Portofino, Demetra e DEEJAY Xmasters. A dar manforte alla ricerca causa anche un famoso sportivo, Thomas Amaduzzi, entrato nella storia del SUP per aver percorso in 18 ore e 36 minuti una maxi maratona dall’Italia alla Croazia. In questa giornata si parlerà anche di ecologia, grazie all’impiego di una mini-manta, strumento di ricerca innovativo per campionare micro-plastiche e plancton, posta a bordo di kayak e SUP, in un piccolo transetto di monitoraggio antistante l’evento. Chiunque si iscriverà, oltre ad avere la possibilità di imparare di più sulle microplastiche presenti nei nostri mari, riceverà la goodie bag #neweraregeneration di DEEJAY Xmasters. Per info e prenotazioni.

DEEJAY Xmasters & OGYRE insieme contro la plastica nel mare
L’utilizzo di plastica durante l’evento è già ridotto al minimo, ma l’organizzazione ha voluto tendere la mano a Ogyre, startup innovativa di “fishing for litter”, che avrà un compito davvero speciale nell’ambito dell’evento. A fine manifestazione si misurerà la quantità di plastica utilizzata nel corso dei nove giorni, liberando dal mare la stessa quantità di plastica, grazie all’utilizzo di una serie di pescherecci appositamente attrezzati. Una volta recuperate, la plastiche saranno poi rilavorate, riciclate e trasformate in prodotti di consumo.