In questo articolo si parla di:

Gympass, la più grande piattaforma di corporate wellbeing, ha annunciato oggi la chiusura di un round di finanziamenti pari a 220 milioni di dollari, da parte di Softbank, General Atlantic, Moore Strategic Ventures, Kaszek e Valor, che supporteranno il brand nella mission di rendere il benessere un bene universale.

L’impennata del valore della piattaforma riflette quanto il corporate wellbeing sta diventando sempre più importante per le aziende: maggio 2021 infatti ha fatto registrare un record di accessi mensili, pari a quattro milioni di dollari, alla propria impareggiabile rete di partner composta da oltre 50.000 strutture nel mondo.

Un altro dato significativo, che sottolinea la grande volontà da parte delle persone di tornare ad allenarsi all’interno di strutture sportive specializzate, è stato l’utilizzo superiore ai livelli pre-Covid di Gympass da parte di numerosi partner. In Italia, ma anche in Inghilterra e negli Stati Uniti, la crescita della domanda di ritorno in palestra è stata importante e, mese dopo mese, Gympass sta registrando una crescita a due cifre degli abbonati.

Gympass ha acquisito più di 1.000 nuovi clienti durante la pandemia, questo anche perché le aziende cercano sempre più programmi di corporate wellbeing che includono discipline olistiche, che siano flessibili ed equi e che siano adatti alla nuova modalità di lavoro ibrida.

Gli attuali clienti includono Santander, Accenture, Unilever, KPMG e McDonalds. Inoltre, Gympass ha firmato nuovi accordi con importanti partner negli Stati Uniti, tra cui Barry’s, SoulCycle, F45 e Strava per il fitness, e Calm, LifeSum, e Fabulous che vanno a incrementare l’offerta Gympass in ambito benessere olistico.

Cesar Carvalho, co-founder e ceo di Gympass, ha dichiarato: “Avevamo già visto un aumento delle visite in palestra e negli studi quando le nazioni hanno iniziato a ridurre le restrizioni e ci aspettiamo un ulteriore incremento quando le persone torneranno in ufficio. Abbiamo creato una piattaforma di benessere unica sul mercato che comprende fitness, servizi di terapia, mindfulness e nutrizione. Il nuovo round di finanziamenti ci aiuterà a crescere a livello mondiale, a migliorare la customer experience e a incrementare l’offerta con nuove attività, continuando a perseguire l’obiettivo di rendere il benessere un bene universale”.

Gympass a marzo 2020, quando il mondo si è dovuto fermare a causa della pandemia, ha constatato quanto l’allenamento online fosse già un successo: 3,5 milioni sono state le sessioni con partner digitali e, nonostante le riaperture, le sessioni online continuano a mantenere un numero di accessi stabile a dimostrazione che il futuro del corporate wellness dovrà essere ibrido.

“Anche in ambito fitness e benessere notiamo lo stesso trend che si sta registrando per la nuova modalità di lavoro ibrida. Le persone stanno integrando le sessioni in palestra a esercizi online, utilizzando sempre più app di meditazione e di nutrizione, insieme ad altre opportunità in ambito benessere disponibili sulla piattaforma Gympass. Crediamo che questo trend rappresenti il futuro e non vediamo l’ora di ampliare la nostra offerta per continuare a sostenere il benessere generale”, ha aggiunto Carvalho.

“È stato incredibile vedere la crescita di Gympass nonostante la situazione di difficoltà. Crediamo che Gympass sia la soluzione di benessere per la nuova modalità di lavoro, perché è in grado di fornire ai dipendenti un aiuto sia dentro che fuori l’ufficio. La crescita dell’azienda negli ultimi due anni dimostra tutto il potenziale di Gympass e sono entusiasta di lavorare con Cesar e il team per accelerare la loro strategia in ambito wellbeing”, ha invece dichiarato Shu Nyatta di Softbank.