In questo articolo si parla di:

Un deciso percorso dedicato alla sostenibilità quello delineato da Varcotex con la nuova campagna ZERO KM – Close to You, cui aggiunge anche la nuova linea sostenibile HeartEarth e le prossime iniziative di Corporate Social Responsability.

Una strada critica e analitica, fatta di studi e ricerche, per fare luce su una condizione strutturale che sta cambiando la produzione, soprattutto quella di filiera. Il percorso che ha intrapreso Varcotex è un iter che trascende i facili slogan da greenwashing.

In occasione dei suoi nuovi lanci stagionali, offre una riflessione ampia e complessa che può aiutare a fare chiarezza su alcune contraddizioni del settore. L’occasione della nuova campagna ZERO KM – Close to You e la nuova linea sostenibile HeartEarth nascono come risposta alle sfide che l’industria pone al settore della manifattura. L’unica via alla sostenibilità è ripartire dal qui e ora. Dal luogo e dalla trasparenza. Dalla filiera corta.

Proprio su questo verte la nuova campagna Varcotex, il cui tema ZERO KM – Close to You spiega molto semplicemente che “La sostenibilità è anche una questione di distanza. Abbattila scegliendo chi produce vicino a te”. La sostenibilità si lega a doppio filo con l’etica della trasparenza.

“Siamo noi: made in Italy, designed in Milan, made in Carpi”, ha commentato il ceo Paolo Munari, che da sempre si è impegnato per il lavoro di prossimità e l’etica della professionalità italiana. “Talmente radicati nel territorio che puoi ‘vederci dentro’ e, se guardi bene, noti l’anima verde che sta prendendo sempre più spazio come visione, filosofia, approccio”.

La Terra chiama alla riflessione ma non si può abbracciare un’idea di ecologia responsabile, demandando ad altri l’onere della sostenibilità. Ripartire dall’assetto aziendale, ripensare dal dove, dal luogo, dalla produzione non delocalizzata. Per essere veramente carbon positive.