In questo articolo si parla di:

Speedo ha progettato un concetto di costume basato sulla sua visione dei (possibili) futuri modelli nel 2040. Il marchio, che ha lanciato la collezione Fastskin 20 anni fa, si dimostra così di nuovo all’avanguardia e con uno sguardo proiettato in avanti, al progresso e all’innovazione nel capo dell’abbigliamento da nuoto.

Creato in collaborazione con il suo team di ricerca e sviluppo Aqualab, l’azienda ha esaminato l’evoluzione degli attuali costumi da bagno e li ha combinati con gli andamenti tecnologici previsti, per creare un prodotto che possa portare fino a un miglioramento del 4% nelle discipline di velocità entro il 2040. Si potrebbe infatti assistere al superamento del record maschile dei 50 metri stile libero, abbattendo finalmente la barriera dei 20 secondi, così come del tempo dei 100 metri a rana delle donne, che potrebbe scendere sotto la soglia dei 60 secondi.

Le novità

Il costume Speedo “del futuro” Fastskin 4.0 si concentra su tre aree chiave di innovazione (personalizzazione, prestazioni in termini di velocità e sostenibilità) e in particolare prevede:

  • costumi su misura realizzati utilizzando la scansione 3D del corpo;
  • tessuti bio-ingegnerizzati che utilizzano batteri geneticamente modificati e che biodegradano l’80% del costume a fine vita;
  • Smart Lock che facilitano l’indossamento e la rimozione, con una compressione personalizzata;
  • uso di intelligenza artificiale Live Coach per monitorare i segni vitali dell’atleta prima, durante e dopo le gare e fornire coaching dal vivo su tecnica, posizione e ritmo.

Se i costumi del 2021 calzano come un guanto, questo costume calzerà come se fosse stato stampato sul corpo.

Le dichiarazioni

“Per 20 anni la nostra serie Fastskin ha preso ispirazione ovunque, dal mondo naturale allo spazio esterno. Si trattava di vedere cosa sarà possibile in altri due decenni e il risultato è Fastskin 4.0. Il futuro sta per diventare molto veloce, ha dichiarato il dottor Rob Blenkinsopp a capo di Aqualab R&D.

Gli ha fatto eco il campione Duncan Scott del team Speedo: “Fin da quando ero un giovane nuotatore, Speedo ha aperto la strada in termini di tecnologia ed è bello sapere che stanno sempre lavorando in background per assicurarsi che abbiamo il miglior costume possibile. Sono abbastanza geloso della prossima generazione di nuotatori che avranno il supporto di tutto questo lavoro. L’AI Live Coach sarebbe un completo cambiamento di gioco, spero solo che sia una voce del computer e non il mio allenatore!”.