In questo articolo si parla di:

Ambiente e Salute, la rete di impresa dei marchi Ecoevents e Impresa Green che supporta tutti coloro che vogliono intraprendere e comunicare scelte a basso impatto ambientale, nella giornata del 15 giugno ha preso parte al workshop “Calcio e sostenibilità: esperienze a confronto”, avvenuto presso casa Azzurri.

A prendere la parola è stato Roberto Carnevali, co-fondatore della rete di impresa con Romano Ugolini, che ha illustrato come rendere sostenibile il sistema sportivo italiano.

In questo processo Ecoevents, marchio proprietario di Ambiente e Salute che da anni collabora con Legambiente, potrebbe essere un concreto aiuto trattandosi di un ente che rende sostenibile qualsiasi tipologia di evento, certificandolo.

Questo sviluppa e porta avanti diversi progetti nel mondo del calcio con più squadre. Un esempio è la Green Hospitality, che organizza percorsi formativi con illustri realtà accademiche, in cui prepara i futuri manager dello sport sull’importanza della sostenibilità in questo ambito, facendo luce anche su una nuova figura: il sustainability sport manager.

Sustainability sport manager: chi è e cosa fa

Si tratta di una figura che avrà il compito di trasformare ogni attività, settore e area aziendale rendendola sostenibile dal punto di vista ambientale, sociale ed economico. In questo modo le diverse realtà saranno in grado di ottenere numerosi benefici diventando competitive, poiché potranno gestire tutte le situazioni di crisi che, nel tempo, potrebbero verificarsi.

La Green Hospitality

Uno degli altri obiettivi di Ecoevents è quello di creare un ecosistema sportivo green, a partire dal mondo del calcio, cercando di costruire step by step un sistema che possa contare su interventi precisi e strutturati, tali da rendere sostenibile ogni aspetto legato alle partite.

Lo scopo, alla fine di ogni progetto, è quello di dichiarare ciascun area o attività del match come green, grazie alla certificazione Ecoevents-Legambiente.

“È un privilegio essere qui ogg,i perché possiamo davvero fare la differenza affiancando club, leghe e federazioni per migliorare la sostenibilità e creare un ecosistema sportivo green”, ha dichiarato Roberto Carnevali.