In questo articolo si parla di:

Cober, tra i leader nella produzione di attrezzature outdoor made in Italy, celebra la Giornata Mondiale dell’Ambiente del prossimo 5 giugno con la promozione di un percorso focalizzato sul rispetto dell’ecosistema e del pianeta. Spazio dunque a materiali innovativi e a forti cambiamenti nel segno della Green Innovation Sustainability.

Un tema rispetto a cui l’azienda è sempre stata pioniera, fin dalla sua fondazione nel 1953 (tempi ancora “non sospetti” per l’interesse all’ecologia), e per cui porta tuttora avanti un’incessante ricerca su macchinari e materiali, adottando azioni concrete e partecipando attivamente alla salvaguardia dell’ambiente.

Cober ha dunque deciso di celebrare la Giornata Mondiale dell’Ambiente 2021 dando il proprio contributo alle azioni promosse a livello globale e riprendendo le tematiche proposte dalle Nazioni Unite, che dedicano il decennio 2021-2030 all’Ecosystem Restoration, ovvero al ripristino dell’ecosistema. L’obiettivo è riportare in vita miliardi di ettari: dalle foreste ai terreni agricoli, dalla cima delle montagne alle profondità del mare.

Le azioni di Cober per la sostenibilità

In un’epoca di consapevolezza diffusa come quella attuale, Cober prosegue il suo impegno green proponendo nella sua collezione estiva Abies Green, un modello che incarna la storia e la filosofia aziendale. Si tratta di un bastoncino da trekking dotato della manopola “Clima”, realizzata in plastica di seconda vita anziché vergine. Un processo adottato in un’ottica di economia circolare, in cui all’interno del proprio ciclo produttivo vengono trasformati i propri scarti di produzione in un prodotto finito.

Nel tempo Cober ha intrapreso altre azioni concrete per partecipare attivamente alla salvaguardia dell’ambiente. Come modificare le proprie scelte in ambito di materie prime, privilegiando quelle che riducono quasi a zero l’esposizione quotidiana ai rischi dello staff. Ecco dunque la scelta di una verniciatura a polvere rispetto di quella a liquido, eliminando così il contatto con materiali tossici e inquinanti e al contempo ottenendo prestazioni migliori in termini di resistenza al tempo e all’usura; oppure l’utilizzo della serigrafia a UV con inchiostri privi di solventi per le proprie grafiche, riducendo dunque i rischi per l’ambiente e introducendo una misura di risparmio energetico.

Cober ha anche dato il via al progetto “Adottiamo insieme un alveare” in collaborazione con 3bee, azienda agri-tech che sviluppa sistemi intelligenti di monitoraggio e diagnostica per la salute delle api. Insieme le due realtà promuovono un cambiamento radicale nell’ambito dell’apicoltura sfruttando l’intelligenza artificiale e il machine learning che diventano strumenti operativi utili per sostenere concretamente gli apicoltori.