In questo articolo si parla di:

Il gruppo di lusso parigino Kering ha completato la vendita di circa 8,8 milioni di azioni di Puma, pari al 5,9% del suo capitale sociale, facendo seguito a una precedente vendita dello stesso importo in ottobre. Il valore totale del sell-down di questo mese è di circa 805 milioni di euro, corrispondenti a un prezzo per azione di 90,3 euro.

La cessione è avvenuta mediante un’operazione di accelerated bookbuilding, una procedura che permette di cedere a investitori qualificati pacchetti consistenti di titoli. Il regolamento del collocamento è previsto per il 1° giugno. Come risultato dell’operazione, il flottante della firma sportwear dovrebbe salire a circa il 66,7%.

Ora il colosso francese, controllato dalla famiglia francese Pinault e proprietario delle luxury label Gucci, Brioni, Balenciaga, Ysl e Bottega Veneta, possiede circa il 4% dell’azienda tedesca – che è recentemente tornato nel mondo del running. I proventi di questa transazione saranno utilizzati per scopi aziendali generali di Kering e per rafforzare ulteriormente la struttura finanziaria, come è stata specificato in una sua nota stampa.

Dopo aver investito in Puma per più di un decennio, Kering ha iniziato a ridurre la sua partecipazione al marchio nel 2018. Tra le motivazioni principali anche la volontà di concentrarsi su brand di fascia più alta, soprattutto dopo l’acquisizione di una partecipazione di controllo in Gucci.