In questo articolo si parla di:

È online da pochi giorni il nuovo cortometraggio realizzato da Vans sulla skateboarder, musicista e artista Cher Strauberry, in cui racconta il suo percorso all’interno della queer skate community. Il ruolo assunto nella Unity Skateboarding e il contributo alla fondazione del marchio Glue Skateboards hanno aiutato a far crescere l’inclusività in questo settore.

Nel filmato Strauberry ritorna ai suoi esordi, facendo luce sulle esperienze che l’hanno resa un profilo influente nella comunità. Dopo essersi presa una pausa di 11 anni dallo skate ed essersi focalizzata sulla sua musica, infatti, decide di mettere in stand-by il tour con la sua band e di tornare per qualche tempo a casa sua nella Bay Area, dove entra in contatto con il fondatore di Unity Skateboarding Jeff Cheung.

Insieme i due decidono di creare una coesione più forte tra gli skateboarder queer della zona, dando vita al primo “queer skate day”, che richiama moltissime persone queer e trans nella zona. “Ci siamo presi degli spazi e abbiamo semplicemente creato un luogo per noi stessi”, ha dichiarato Cher.

L’impatto dell’iniziativa sull’intera comunità skate è immenso e ha un forte riverbero tra le generazioni di skater più giovani così come tra quelle più adulte, facendo anche in modo che molte di esse si sentissero per la prima volta rappresentate all’interno della scena skate.

“Adesso che abbiamo abbattuto un muro nella scena skate, tante persone trans potranno skateare sentendosi più sicure di loro stesse, più serene e con più consapevolezza rispetto a quella che potevamo avere noi”.