In questo articolo si parla di:

Nata da poco più di due anni, Yoxoi è una società italiana interamente dedicata alla produzione di abbigliamento maschile per tennis, padel e squash. Il nome deriva dal vocabolo giapponese Yoroi, che indica la corazza del samurai, dato che proprio le filosofie del Sol Levante sono la fonte d’ispirazione del brand. Particolare attenzione è rivolta all’ambiente con la realizzazione di capi green, sia dal punto di vista del materiale impiegato che delle modalità con cui sono prodotti.

Fin da subito l’azienda ha messo al centro della propria ricerca scientifica e dello sviluppo produttivo l’ingegneria tessile applicata alla fisiologia degli atleti. Così, dopo vari studi e ricerche, ha realizzato la sua prima maglia ecologica: la Competition shirt DueXTre non solo è formata da una costruzione bio-ingegneristica seamless, ma anche la scelta dei filati utilizzati, il ciclo di produzione e il packaging sono ugualmente virtuosi.

In particolare i filati che lo compongono sono stati selezionati e combinati tra di loro in modo preciso per dar vita alla tecnologia brevettata DueXTre, da cui deriva il nome: due strati di texture composti da un mix di tre fibre diverse. Si viene così a formare una trama bio-ingegneristica con struttura 3D attiva priva di qualsiasi cucitura, che permette alla pelle di rimanere fresca e idratata, senza provare il tipico senso di soffocamento.

Alexander Bublik
(Credits photo © Ray Giubilo)

Le tre fibre utilizzate per la costruzione della maglia sono (a partire dall’interno):

  • polipropilene Dryarn, che è di gran lunga la fibra industriale più leggera al mondo, pur essendo molto resistente. Questo comporta un minor uso di materie prime e di conseguenza un capo più leggero. Inoltre il processo produttivo del polipropilene non dà adito ad alcun tipo di inquinamento, né chimico né termico, e non richiede nessun lavaggio;
  • Tencel, che è simile al cotone. Si tratta di una viscosa di alta qualità, che si ottiene dalla fibra a sua volta ricavata dalla cellulosa del legno di faggio e di eucalipto, attraverso un processo di estrazione completamente ecosostenibile. In più è compostabile e naturalmente antibatterico;
  • poliestere 100% riciclato.

Tutt’e tre i filati sono prodotti in Italia (così come l’intero parco abbigliamento di Yoxoi) con fibre italiane o europee, riducendo così al minimo l’impatto ambientale del trasporto delle materie prime. Per loro peculiarità, inoltre, le fibre sono estremamente resistenti e dunque garantiscono prestazioni inalterate anche dopo un utilizzo prolungato e intenso.

Il polipropilene è un perfetto repellente per il sudore umano, in quanto lo trasporta via dalla pelle, verso il lato esterno della maglia. Questa funzionalità permette ai pori della pelle di respirare facilmente, senza ristagno di sudore e senso di soffocamento indotto e, allo stesso tempo, in combinazione con la piccola percentuale di Tencel presente nella parete interna della maglia, conserva sulla pelle la pellicola idrolipidica che permette di raffreddare il calore del corpo senza richiedere ulteriore sudorazione.

Sei sono i benefici che si ottengono dall’impiego della tecnologia DueXTre:

  1. riduzione della temperatura percepita dai 3°C ai 7°C ;
  2. evacuazione ed evaporazione accelerate del sudore in eccesso;
  3. mantenimento, sulla pelle, del micro-film idrolipidico necessario a non indurre maggior sudorazione, con conseguente minore dissipazione di acqua e sali minerali e risparmio di preziose energie;
  4. bassa conducibilità termica del filato in polipropilene che non trasferisce il calore esterno al giocatore;
  5. tessuto ipoallergenico, antibatterico e antiodore;
  6. protezione dai raggi solari UV.

(Nella foto in evidenza Tennys Sandgren. Nella foto di copertina Filip Horansky)