In questo articolo si parla di:

Era novembre 2019 quando Airbnb annunciava la Worldwide Olympic Partnership, ovvero un accordo importante a sostegno del movimento olimpico fino al 2028. Questo fu il preludio dell’ulteriore passo fatto oggi, ovvero la costituzione dell’Airbnb Athlete Travel Grant con l’appoggio del Comitato Olimpico Internazionale (CIO).

Questo nuovo programma coinvolgerà fino a 500 atleti ogni anno, che riceveranno un credito Airbnb di 2.000 dollari da utilizzare nella prenotazione di alloggi durante i loro spostamenti per allenamenti, qualificazioni e altri viaggi nel corso dei prossimi otto anni, per un totale di otto milioni di dollari per tutta la durata della partnership.

Gli atleti sono al centro del movimento olimpico e paralimpico e molti di essi hanno accusato l’impatto della pandemia. Ecco perché Airbnb ha scelto di supportarli, mettendo a punto un programma che comprenderà un supporto finanziario per aiutare costoro a far fronte alle esigenze relative al viaggio e all’alloggio.

Le candidature per l’Airbnb Athlete Travel Grant 2021 sono ora aperte a tutti gli atleti d’élite, olimpici, paralimpici e aspiranti atleti sul sito internet dedicato e si chiuderanno il 14 maggio 2021 alle 23:59.

Sarà poi compito dei membri del CIO selezionare fino a 500 atleti candidati, basandosi sulla dichiarazione personale fornita nella domanda di ciascun richiedente. Anche la posizione geografica e lo sport dei candidati saranno considerati per garantire la diversità tra i destinatari. Verrà data preferenza ai partecipanti alla borsa di studio Olympic Solidarity.

“Il nostro lavoro con il Comitato Olimpico Internazionale è focalizzato sul supporto dei singoli atleti, al centro del movimento olimpico e paralimpico”, ha dichiarato Catherine Powell, Head of Hosting di Airbnb. “Migliaia di atleti usano già Airbnb per le loro esigenze di viaggio legate all’allenamento, alle qualificazioni e alle competizioni: questo nuovo programma fornirà un ulteriore supporto economico”.

Kirsty Coventry, presidente della Commissione Atleti del CIO, ha commentato: “Gli atleti sono il cuore del movimento olimpico, per questo motivo lavoriamo con tutti i partner per sostenerli in ogni fase della loro carriera. Oltre ai finanziamenti e ai programmi forniti grazie al Worldwide TOP Programme e all’Olympic Solidarity, abbiamo lavorato con i top partner per sviluppare programmi innovativi a sostegno degli atleti. Siamo molto orgogliosi di aver sviluppato insieme a Airbnb l’Olympian and Paralympian Experiences programme e ora il nuovo Travel Grant. Attraverso queste due iniziative, gli atleti hanno l’opportunità di creare i propri flussi di reddito e beneficiare direttamente della partnership di Airbnb con il movimento olimpico”.

Questa partnership tra Airbnb, il CIO e l’IPC ha una durata di nove anni e comprende cinque Giochi Olimpici e Paralimpici.

Grazie al top partnership programme incentrato sul sostegno agli atleti e allo sport in tutto il mondo, Airbnb e il CIO hanno destinato a oggi 40 milioni di dollari della sponsorizzazione complessiva. Oltre ai fondi destinati all’Airbnb Athlete Travel Grant, questi 40 milioni finanziano anche altre iniziative incentrate sugli atleti e uniche per Airbnb.

Esperienze olimpiche e paralimpiche su Airbnb

Nel 2020 Airbnb e il CIO hanno lanciato la categoria delle esperienze olimpiche e paralimpiche, uno dei più importanti programmi di supporto agli atleti che il CIO abbia mai creato insieme a un top partner, nel tentativo di fornire ad atleti di tutto il mondo un’opportunità di guadagno diretto attraverso l’hosting. Mentre promuovono lo sport e l’attività fisica, le esperienze offrono agli atleti l’opportunità di generare entrate, raccontando la propria disciplina e condividendo le loro passioni con gli ospiti direttamente sulla piattaforma di esperienze Airbnb. Con il rinvio dei Giochi Olimpici di Tokyo la scorsa estate, a luglio del 2020 Airbnb ha ospitato il Festival delle Esperienze Online olimpiche e paralimpiche, che ha visto la partecipazione di oltre 200 atleti da tutto il mondo, che si sono messi in gioco come host di esperienze Airbnb, diffondendo lo spirito olimpico e paralimpico tra le persone di tutto il mondo.

Soggiorni accessibili per gli atleti paralimpici

Come tante altre persone con disabilità, gli atleti paralimpici sono stati tra le categorie più colpite durante la pandemia. Per questo motivo, Airbnb si impegnerà in investimenti che supportano direttamente gli atleti paralimpici e gli aspiranti atleti paralimpici con un massimo di 8.000 soggiorni che soddisfano le loro specifiche esigenze di viaggio. Airbnb sta facendo passi da gigante nella promozione dei viaggi accessibili e lavorerà direttamente con l’IPC e gli atleti paralimpici non solo per migliorare l’offerta di alloggi accessibili, ma anche per sensibilizzare e promuovere l’inclusione.

Dono celebrativo olimpico e paralimpico

Perseguire il sogno olimpico e paralimpico è spesso un’impresa costosa, che richiede costi di viaggio e alloggio significativi. Per questo motivo Airbnb giocherà un ruolo chiave nell’aiutare a compensare alcuni di questi costi che gli atleti olimpici e paralimpici devono sostenere per competere ai massimi livelli: in collaborazione con il CIO e l’IPC, Airbnb premierà infatti tutti gli atleti olimpici e paralimpici che competono a tutti i cinque Giochi Olimpici o Paralimpici durante la partnership con una somma di 500 dollari in crediti promozionali.

Ci sarà inoltre un’organizzazione senza scopo di lucro che beneficerà dei restanti fondi della partnership e che avrà lo scopo di promuovere lo sport in tutto il mondo.