In questo articolo si parla di:

I Giochi a Cinque Cerchi di Tokyo sono confermati, anche a costo di grandi sacrifici. Rimandati di un anno esatto rispetto alla data eletta, a causa della pandemia da Coronavirus, il count down ha finamente avuto inizio. In programma dal prossimo 23 luglio all’8 agosto, per Tokyo2020 è stata fatta una scelta drastica con l’obiettivo di tutelare atleti e organizzatori: quella di vietare a ogni turista straniero di recarsi in Giappone durante quel periodo.

L’incertezza, collegata alla curva dei contagi, impedisce la presenza di fan, addetti ai lavori e turisti. Verrà a mancare anche la rete dei volontari (erano previsti più di ottomila). La decisione è stata presa dal gruppo composto dalla presidente del comitato organizzatore, Seiko Hashimoto, la ministra dello Sport in rappresentanza del Governo, Tamayo Marukawa, e la governatrice di Tokyo, Yuriko Koike, con il benestare del presidente del Comitato olimpico (Cio), Thomas Bach, e del Comitato paralimpico (Ipc), Andrew Parsons.

Resta ancora in piedi la possibilità di vedere negli stadi una fetta di spettatori giapponesi. Dipenderà ovviamente dall’andamento dei contagi e non è da escludere che vengano fatti entrare solo colori che già hanno ricevuto la dose di vaccino.