In questo articolo si parla di:

Una netta riduzione degli impatti sulla Carbon Footprint e sull’Energy Footprint, questo il verdetto dello studio PEF (Product Environmental Footprint) validato da ente terzo indipendente e che ha coinvolto i tessuti Sensitive Fabrics by Eurojersey.

Il nuovo attestato PEF rilasciato a dicembre 2020 relativo ai dati del 2019, misura non solo l’impronta ambientale dell’Azienda ma anche i miglioramenti conseguiti rispetto al biennio precedente. Un aspetto che rende l’azienda sempre più attenta e sensibile alle tematiche di sostenibilità, grazie all’efficientamento della centrale termica nel 2018 con riduzione dei consumi di metano e delle emissioni associate alla produzione di calore e alla sostituzione della nuova RAM a luglio 2019.

I risultati del nuovo studio PEF ha riguardato soprattutto la gamma dei tessuti Sensitive Fabrics tinti e stampati e ha preso in considerazione anche come l’incremento dell’indicatore Water Footprint sia associato al cambio di mix energetico per la produzione di energia elettrica, nel 2017 era tutto eolico mentre nel 2019 la fonte è idroelettrica. Tale incremento è visibile per il tessuto tinto perché nel reparto stamperia sono stati sviluppati interventi di efficientamento dell’utilizzo della risorsa idrica nella fase di lavaggio che hanno consentito una riduzione di circa il 30%.

I tessuti Sensitive Fabrics sono il risultato di una ricerca innovativa e qualificata, condotta da Eurojersey, che da sempre ha impostato un modello industriale unico e virtuoso in grado di promuovere un insieme di pratiche e tecnologie per ridurre l’uso di acqua, energia, CO2, prodotti chimici e rifiuti, con attenzione alle tematiche legate all’ambiente e al territorio.

Grazie a una filiera produttiva a ciclo verticalizzato completamente Made in Italy, nell’headquarter di Caronno Pertusella, a pochi chilometri da Milano, l’intero processo produttivo è tracciato e monitorato, misurando costantemente i risultati di questo impegno. Eurojersey è stata la prima Azienda del settore tessile a dichiarare la propria impronta ambientale con la PEF Product Environmental Footprint (istituita nel 2013 dal Joint Research Centre dell’Unione Europea come raccomandazione per tutte le aziende europee) relativa ai dati di stabilimento durante il 2017 con l’attestato PEF 010/19 conferito da CERTIQUALITY ad aprile 2019.