In questo articolo si parla di:

Sarà Vincent Wauters a guidare il Gruppo Rossignol dal primo trimestre del 2021, subentrando a Bruno Cercley che ha ricoperto il ruolo di ceo per ben 16 anni, che manterrà un ruolo non esecutivo come presidente e membro del Consiglio.

Nominato “Chevalier de la Légion d’Honneur”, onorificenza conferita dalla Repubblica francese, Cercley è stato una guida fondamentale per il Gruppo che oggi è uno dei principali player per del mondo negli sport invernali contando al suo interno brand del calibro di Rossignol, Dynastar, Lange e Look. Il 2009, proprio sotto la direzione di Carcley, è stato un anno cruciale grazie ad un drastico piano di ristrutturazione che ha portato tutti i marchi del Gruppo ad aumentare costantemente le proprie quote di mercato.

Negli ultimi anni il Gruppo Rossignol sta raggiungendo risultati senza precedenti anche nella Coppa del Mondo di sci, grazie ai continui investimenti e nella progettazione e realizzazione di prodotti messi a punto da persone competenti e appassionate che cercano di rispondere il più possibile alle esigenze degli utenti. Rossignol non si è solo fermata alla produzione di sci e scarponi ma ha ampliato la sua gamma lanciando una linea di abbigliamento ed è entrato nel mercato della mountain bike, ampliando così il ruolo di Pure Mountain Company. Il posizionamento ottenuto oggi, permetterà di sfruttare al meglio le potenzialità dei suoi marchi, per continuare ad accelerarne la crescita futura.

Bruno Cercley pdg de Skis Rossignol SAS – Photo Emmanuel FOUDROT

Queste le parole di Bruno Carcley: “Ripercorrendo quello che abbiamo realizzato nell’ultimo decennio, sono molto orgoglioso di aver avuto il grande privilegio di guidare i dipendenti in questa incredibile avventura. Abbiamo recuperato la nostra posizione di leader nel mondo sci con Rossignol, raddoppiato la nostra quota di mercato degli scarponi, abbiamo creato una vera e propria business unit dedicata all’abbigliamento, in costante crescita e supportata da un posizionamento unico del marchio. Siamo diventati un partner importante per gli appassionati di montagna lungo tutte le stagioni dell’anno, sull’onda dello slogan “Another Best Day”. Sono molto grato alle persone che hanno lavorato così duramente insieme a me per realizzare questi obiettivi. Questo è il momento giusto per organizzarci e  continuare a sviluppare la nostra visione e portarla avanti con solidi piani d’azione. L’ingresso di Vincent nel Gruppo è un’enorme opportunità che non potevamo perdere. Sono molto entusiasta di lavorare insieme lui per garantire una transizione fluida ed efficiente. Rimarrò coinvolto nel futuro del Gruppo da una prospettiva più strategica, come Presidente e membro del Consiglio”.

L’eredità che Carcley lascia a Vincent Wauters è tanta. Il suo ingresso in casa Rossignol è previsto per il 1 dicembre 2020 con l’obiettivo di consolidare lo sviluppo globale del core business del Gruppo e continuare a sviluppare l’enorme potenziale rappresentato dall’abbigliamento e dall’e-commerce.  Affiancati per il primo periodo Carcley e Wauters lavoreranno in sinergia perché la transizione avvenga al meglio.

Vincent Wauters

Dal canto suo Vincent Wauters ha un bel bagaglio di esperienza, soprattutto nel settore sportivo legato al mondo outdoor:: in precedenza è stato CEO di Hunter Boots, presidente di Arc’teryx e membro del consiglio esecutivo di Amer Sports Corporation come responsabile Global Operations e delle categorie abbigliamento e attrezzature. Wauters ha anche ricoperto diverse posizioni operative presso Newell Rubbermaid ed è stato uno dei primi dipendenti di Amazon in Francia.

“È un grande onore entrare a far parte di un gruppo così iconico ed autentico come Rossignol. Quello che è stato realizzato sotto la direzione di Bruno negli ultimi anni è davvero notevole e non vedo l’ora di lavorare con tutti i team e i nostri partner per scrivere insieme il prossimo capitolo di questa storia piena di passioni”, dichiara Vincent Wauters.

È stato un privilegio lavorare con Bruno negli ultimi sette anni. Ha guidato un’importante trasformazione del Gruppo e sta cedendo a Vincent una società forte e performante. Penso che l’eredità dei marchi e dell’organizzazione del Gruppo Rossignol sia in buone mani con Vincent, che con la sua esperienza in marchi iconici di abbigliamento e sport invernali e le sue competenze in marketing, e-commerce e operations, porterà nuove capacità importanti per accelerare la nostra crescita”, ha commentato Hugo Maurstad, rappresentante di Altor e presidente del consiglio di amministrazione.