In questo articolo si parla di:
16 Ottobre 2020

Sono due le partnership prestigiose che Smith ha siglato per la stagione alle porte: si tratta dell’Associazione Austriaca di Sci (ÖSV) e dello U.S. Ski & Snowboard team, due realtà del mondo neve molto importanti a livello globale. Scopo delle nuove collaborazioni è quello di supportare gli atleti élite di entrambe le squadre con i migliori equipaggiamenti tecnici per l’allenamento e la competizione.

Per la stagione invernale 20/21, l’azienda di Portland entra ufficialmente nel mondo delle gare professionistiche grazie al lancio del nuovo casco Icon, approvato dalla FIS (Federazione Internazionale Sci). Tra le caratteristiche tecniche più rilevanti, il casco presenta una calotta in ABS a basso profilo, creata appositamente per gli impatti ad alta velocità e con una copertura estesa intorno alla testa.

Non solo, il brand americano Smith ha inserito diversi materiali di costruzione interna per soddisfare le esigenze della federazione, che comprendono i vantaggi di assorbimento degli urti garantiti dalla tecnologia Koroyd, gli inserti in EPP progettati nella parte anteriore del casco per una costruzione a doppia densità che protegge il capo in caso di urti multipli contro le porte direzionali, e un rivestimento multidirezionale con sistema di protezione dagli impatti (MIPS).

Per le discipline dello slalom, il casco Icon presenta una variante con una mentoniera in nylon compatibile e rimovibile, per una maggiore protezione del viso.

Gli atleti del Land Rover U.S. Ski Team Ryan Cochran-Siegle e River Radmus debutteranno con il casco da gara Icon durante le gare di slalom gigante alla Coppa del Mondo di Sölden, Austria, il 18 ottobre 2020.
Ogni atleta gareggerà anche con la maschera Squad XL di SMITH, dotata di lenti con tecnologia ChromaPop. Gli atleti del U.S. Ski Team e della ÖSV indosseranno gli iconici occhiali da sole SMITH con tecnologia ChromaPop anche al di fuori dalle piste.

Siglando queste due nuove collaborazioni, Smith si pone anche l’obiettivo di sostenere i giovani atleti (i cosiddetti “rookies”) durante i loro primi anni di competizione e di costruire con loro relazioni a lungo termine. L’azienda americana è entusiasta di supportare il progresso e la crescita sia degli atleti affermati che dei giovani emergenti di entrambe le squadre.