arena ha deciso di avviare la produzione di altre mascherine di protezione individuale per rispondere al perdurare di una situazione di allerta relativa a possibili contagi da Covid-19. La nuova produzione dunque si aggiunge a quella delle mascherine già realizzate negli scorsi mesi come ausilio da indossare in ambienti in cui è necessario mantenere misure cautelative per la presenza di grandi numeri di persone.

I primi modelli lanciati erano ottenuti dallo scarto di tessuti Powerskin Carbon utilizzati per la creazione di costumi da competizione, mentre questo secondo drop di dispositivi di protezione facciale sfrutta materiali di recupero di tessuti di stock.

I disegni sono stati scelti con cura per coprire le esigenze di vari target, sia a livello di età che di gusti personali, dai teenagers più attenti ai colori di tendenza a fitness swimmers più adulti e dinamici che amano indossare le fantasie dei costumi preferiti anche in contesti fuori dall’acqua.

Il recupero di materiali di stoccaggio, altrimenti destinati ad essere smaltiti come rifiuti, ha permesso inoltre di ridurre l’impatto sull’ambiente, restando così in linea con l’ottica di salvaguardia che il brand sta affrontando in maniera sempre più attiva e concreta anche attraverso la realizzazione di nuove linee di prodotti eco-sostenibili e rispettosi di standard etici. A dare un tocco di autenticità, il logo arena silver, serigrafato e posizionato su un lato della mascherina.