In questo articolo si parla di:
10 Luglio 2020

Martedì 8 e mercoledì 9 settembre si rinnova l’appuntamento con Milano Unica che animerà il centro espositivo di Fiera Milano Rho oltre 200 aziende espositrici, in attesa di visitatori che, si spera, accorreranno numerosi nonostante restrizioni varie.

«Un segnale importante, per ritrovarsi non virtualmente e sancire, anche con questo gesto, il valore di essere uniti per essere unici»: così Alessandro Barberis Canonico, presidente di Milano Unica.

«Grazie alla fiducia e al coraggio degli imprenditori – prosegue Barberis Canonico – Milano Unica farà da apripista, come protagonista del primo evento a porte aperte del nostro settore. Un investimento che rappresenta un segnale di positività, ottimismo e vitalità del made in Italy e di tutto il sistema».

«Assistiamo a un forte segnale di ripartenza del sistema fieristico, strumentale alla ripresa delle nostre aziende sui mercati internazionali», osserva Carlo Ferro, presidente dell’Agenzia Ice, ringraziando gli organizzatori e soffermandosi sull’impegno di Ice a fianco delle imprese.

Milano Unica dunque decide di proseguire nella sua programmazione così come fa a Parigi Première Vision, altre kermesse del comparto hanno fatto un passo indietro: non si farà infatti a settembre Munich Fabric Start a Monaco di Baviera, anche se al suo posto debutterà dall’1 al 3 settembre il nuovo format Fabric Days.

Quanto a Texworld, che in genere si svolgeva in concomitanza con Première Vision a Parigi, puntano su una piattaforma digitale business to business, sviluppata con Foursource, specialista nelle soluzioni digitali applicate al sourcing tessile.