In questo articolo si parla di:

Boa Technology bussa alla porta del mondo del tennis e ci entra in grande stile. ll produttoe del pluripremiato Bao Fit System integrato nelle scarpe da trail, ciclismo, golf, sport invernali, outdoor e scarpe da lavoro si è affidato ancora una volta a adidas per dare vita a una calzatura che potesse rispondere al meglio alle esigenze del mondo della racchetta.

Con adidas, Boa ha utilizzato innumerevoli ricerche e risultati universitari per un’estetica e un approccio alla calzatura completamente nuovi. La nuova adidas Stycon Boa è caratterizzata dalle tre parti brevettate del Boa Fit System – rotella, lacci e guide – in una configurazione testata al massimo per migliorare le performance degli atleti presso il Boa Perfomance Fit Lab e dagli studi biomeccanici dell’Università di Denver.

Adidas_Stycon_Solider

La configurazione del panello Boa è integrata sotto la tomaia, mostrando solo la rotella nella parte laterale del piede. Il sistema attiva i pannelli nascosti che si avvolgono dal centro alla parte laterale del piede. Il pannello inferiore stabilizza l’avampiede, mentre quello superiore assicura una calzata migliore e più aderente sul collo.

Il design permette alla pianta del piede di avvicinarsi all’intersuola, procurando una migliore connessione con la tecnologia della scarpa. Progettata per il gioco sul campo, la Stycon Boa presenta inoltre l’intersuola Bounce di adidas, flessibile e leggera per una struttura elastica, dal fit potenziato, una costruzione a stivaletto con un collo che è progettato per muoversi naturalmente seguendo i tuoi movimenti e migliorare il supporto e una rete rinforzata che forma una migliore protezione nel tallone.

Boa ha aperto il suo Perfomance Fit Lab ad ottobre 2019 per raccogliere dati sui benefici significativi del fit nelle scarpe. Insieme al laboratorio, Boa ha collaborato con l’Università di Denver su recenti studi che si concentrano sulla performance del fit per l’agilità e la velocità, e come il Boa Fit System consente più veloci e forti cambi direzionali attraverso una connessione continua tra corpo ed equipaggiamento. I risultati degli studi sono attualmente sotto revisione accademica e dovrebbe essere pubblicata a metà 2020.