In questo articolo si parla di:

Un’emergenza sanitaria mondiale quella che sta colpendo i primi mesi del 2020. Il Coronavirus ha saputo modificare la quotidianità di aziende e singoli in pochissimo tempo, da qui l’esigenza da parte dei brand di comunicare tempestivamente e bene.

I social lo dimostrano grazie a una divulgazione delle notizie in real time con messaggi che sappiano mantenere un rapporto positivo tra brand e utenti.

I numeri di Twitter: ogni 45 millisecondi un post su COVID-19 e #coronavirus si posiziona al secondo posto degli hashtag più usati nel 2020.

Il social network indica quindi una serie di accorgimenti utili a favorire una comunicazione efficace.

Conoscere il proprio brand, questo presuppone che la divulgazione delle informazioni sia tailor made e settata sulle proprie specificità.

Aggiornamento in riferimento agli avvenimenti circostanti. È imprescindibile che la comunicazione sia coerente con la situazione del momento.

Tone of voice e modalità di divulgazione delle informazione devono essere rispettosi di una situazione particolarmente critica, alle volte modificando anche il proprio linguaggio.

Lungimiranti nel prevedere il cambiamento di comportamento dei propri clienti a seguito dell’emergenza in atto.

Informazioni che siano di qualità e che siano affidabili e accurate.

Fornire supporto e assistenza ai consumatori con un customer service che sia tempestivo.

Messaggi leggeri in un momento in cui le bacheche degli utenti pullulano di news poco tranquillizzanti potrebbe essere utile per i marchi lanciare messaggi positivi.

Promuovere senso di comunità e positività.