12 Marzo 2020

Cari appassionati di Pallacanestro (e non), cari amici… Vorremmo iniziare dicendovi che mai ci saremmo aspettati di vivere un periodo così complicato per il nostro Paese. Ci siamo interrogati in redazione su come poter fare la nostra parte, nel nostro piccolo. Come possono 30 ragazzi contribuire alla causa di un’Italia in emergenza sanitaria?

Queste le prime parole che si leggono nel contenuto pubblicato da Around the Game, portale online dedicato al basket NBA (la cui stagione 2019/20 è stata sospesa dopo la positività di Rudy Gobert al tampone per il Coronavirus) che ha lanciato martedì 10 marzo l’iniziativa “Una Stoppata Contro il Covid-19“.

Si tratta di un’iniziativa solidale che nasce per sostenere le strutture sanitarie più in emergenza sul territorio, indicando le strutture maggiormente in difficoltà in questo momento e chiarendo come effettuare delle donazioni nei loro confronti.

“Approfittando della visibilità di cui godiamo presso il pubblico del basket, vorremmo raggiungere quante più persone possibili per una raccolta fondi a favore di strutture ospedaliere, preventivamente identificate e attualmente impegnate a combattere l’emergenza Covid-19, in condizione di estrema difficoltà. Ben consci di quanto in questo momento sia importante sostenere i nostri ospedali e il nostro personale sanitario, abbiamo deciso di chiamare in causa tutti gli amanti della pallacanestro come noi e chiunque, a noi, voglia unirsi“.

Nei primi due giorni la campagna ha visto l’adesione di una vasta gamma di realtà del mondo della pallacanestro e soprattutto di società sportive con sede nella “zona rossa” della diffusione del Coronavirus.

“L’iniziativa è già stata presentata con successo a molte realtà del mondo pallacanestro che, condividendone le finalità, hanno espresso la propria adesione e hanno contribuito alla diffusione della campagna”, spiegano gli ideatori dell’iniziativa Andrea Lamperti, Ferdinando Dagostino e Mauro Oltolina. “Il messaggio è rivolto a tutti. Appassionati di basket e non, ovviamente. Ed è qui che il contagio deve assumere valenza positiva. Non solo donare, ma anche coinvolgere altre persone, altre società o realtà del mondo sportivo che potrebbero dare un contributo. Confidiamo sull’aiuto di tutti: è una partita, questa, che non possiamo assolutamente perdere…”

Come prendere parte all’iniziativa, dunque? “Innanzitutto, donando. Oppure, laddove non sia possibile effettuare una donazione, contribuendo a diffondere questa iniziativa”.

www.aroundthegame.com/post/una-stoppata-contro-il-covid-19