In questo articolo si parla di:
11 Marzo 2020

Luca Mich, manager marketing operations presso La Sportiva, ci ha spiegato come l’attuale emergenza sanitaria ha impattato sull’attività del brand e come è cambiata, nelle ultime settimane, la “strategia” dell’azienda per limitare i rischi di contagio. Non solo con misure di sicurezza nella sede in Val di Fiemme, ma anche – come comunicato proprio nella giornata di oggi – grazie alla chiusura degli store monomarca per tutto il mese di marzo.

 

Luca, quali difficoltà ha generato l’attuale situazione sulla vostra attività?

Le conseguenze sono di varia natura. Dapprima la chiusura delle fabbriche cinesi ha comportato un grave ritardo nella consegna dei prodotti made in Asia, a cui siamo riusciti a supplire in parte grazie alle produzioni italiane ed europee. Difficoltoso, poi, anche il controllo e la ricezione delle campionature per lo sviluppo delle prossime collezioni, in quanto molti fornitori asiatici hanno smesso di operare per il contenimento del contagio. La chiusura di molti negozi multimarca in Italia, inoltre, sta causando il blocco delle consegne.

L’alto grado di internazionalizzazione ci sta invece consentendo di lavorare praticamente a pieno regime con tutti i mercati che non sono stati coinvolti dal contagio: il 90% circa delle nostre attività è legato all’estero e al momento non abbiamo ricevuto alcun segnale negativo, anche se ci aspettiamo che la situazione possa cambiare a breve.

 

Quali contromisure avete adottato finora? E quali adotterete adesso?

Da subito abbiamo cancellato tutte le trasferte dei nostri collaboratori, i meeting interni ed esterni, la partecipazione e l’organizzazione di eventi aziendali all’estero o su territorio nazionale e aumentato i protocolli interni di sicurezza, rispettando tutte le norme governative in termini di igiene. Il nostro stabilimento produttivo prevede spazi molto ampi tra le persone sia in linea che nelle postazioni in ufficio, tuttavia il senso di responsabilità per il nostro team prevale su ogni altro aspetto in questo momento, per cui il personale presente nell’headquarter sarà ridotto questa settimana favorendo l’home working dove possibile e concedendo ferie e permessi laddove necessario.

Da oggi abbiamo inoltre imposto la chiusura di tutti i nostri negozi monomarca fino al 3 aprile. Rimane invece attivo in caso di bisogno il nostro sito e-commerce www.lasportiva.com

 

 

 

Leggi tutte le news: DIRETTA CORONAVIRUS!