In questo articolo si parla di:

Nel corso del 2019, Sensil ha presentato il suo programma sulla sostenibilità. Lo ha fatto in occasione di appuntamenti di grande richiamo come MarediModa, andata in scena a Cannes dal 5 al 7 novembre, e durante i Performance Days, tenutisi nelle date del 13 e 14 novembre a Monaco.

I prodotti che i consumatori acquistano devono essere realizzati con processi responsabili che riducano al minimo l’impatto ambientale e sociale. Ecco perché i tessuti per abbigliamento in nylon 6.6 di Sensil sono realizzati in strutture che sono attente al risparmio dell’acqua e dell’energia e con l’utilizzo di materiali di provenienza responsabile, il tutto a garanzia di prestazioni, bellezza e longevità per prodotti di abbigliamento di alto livello.

Una speciale collezione di tessuti e capi Sensil ha fatto bella mostra di sé in occasione dei già citati eventi. Sensil EcoCare, ad esempio, è realizzato con polimero riciclato. EcoCare sostituisce le risorse primarie con materiali riciclati di alta qualità per tessuti decisamente più rispettosi dell’ambiente. In anteprima assoluta per l’Europa è stato presentato Sensil Breeze Recycled, il più recente tessuto rispettoso dell’ambiente sviluppato da Nilit con effetto rinfrescante. A MarediModa i presenti hanno potuto ammirare in anteprima una selezione di capi per beachwear, intimo e athleisure con il marchio sperimentale Sweetsour di Isabella Storani e con il celebre Van Veen Grab, nonché i tessuti Sensil EcoCare creati da Lemar, Maglificio Ripa, Eusebio e Wegal Tricotel.

I Performance Days, invece, hanno visto la presenza di Judy Russell, global marketing strategist di Nilit, che ha tenuto un seminario sul consumatore di abbigliamento di oggi. La presentazione, intitolata Satisfying the Consumer Who Has Everything (But Wants More), ha esplorato la ricerca incessante dei Millennials e della Gen Z di convenienza, comfort, stile, prestazioni e sostenibilità, e il drammatico impatto che quel fenomeno sta avendo sull’industria dell’abbigliamento. Infine, ancora più importante, Judy ha condiviso il modo in cui marchi e rivenditori di successo attirano questi consumatori, delineando ciò che l’industria dell’abbigliamento deve fare per sopravvivere e prosperare in questa nuova realtà.