In questo articolo si parla di:

Sabrina Wanjiku Simader è una delle sciatrici più cool del momento. Non è un caso che Soggle l’abbia scelta come sua testimonial per portare sulle piste la special edition ‘leopardo delle nevi’, ora in vendita nello shop online del brand.

Nata in Kenya, a 1.800 metri, la sua prima neve l’ha conosciuta in Austria, più precisamente in Stiria, dove vive dall’età di tre anni, adottata da una famiglia locale. Ha partecipato ai Mondiali di St Moritz del 2017 e nel 2018 è stata la prima kenyota a prendere parte a una gara di sci alpino ai Giochi olimpici (nel superG è arrivata 38esima, nel gigante è uscita nella seconda manche).

Ora Sabrina è pronta anche per le nuove sfide e si è allenata duramente per la stagione invernale 2019/20. L’obiettivo è già fissato: Cortina 2021, i prossimi Mondiali di sci. E sarà lastricato di gare FIS e di qualche apparizione nella Coppa del Mondo. Da parte sua Soggle, il brand nato due anni fa che produce i pratici e glamour proteggi maschera da sci in microfibra ha deciso di supportare la giovane (21 anni) atleta con nazionalità kenyota nel suo percorso.

«Siamo un’azienda giovane, ambiziosa e con grandi obiettivi e sostenere un’atleta giovane e determinata si sposa perfettamente con la nostra mission. Come ex sciatrici sappiamo bene quanto sia difficile raggiungere la vetta» sottolineano le due fondatrici di Soggle, Melanie Kaindl e Claudia Müller-Wörle. «Soggle è pratico, maneggevole e il design è super cool» ribatte Sabrina. Un matrimonio perfetto!

Cosa è Soggle?

Un “mini-lenzuolo” con elastico per proteggere le lenti della maschera da sci, posizionabile in maniera rapida e estremamente pratica, con una sola mano e senza dover togliere la stessa dal casco. La maschera o la visiera, quindi, rimangono sempre protette dai graffi e questo risulta utilissimo quando si sale in funivia o si va allo chalet per l’après-ski, o quando si ripone la maschera all’interno dello zaino dopo l’utilizzo.

La morbida microfibra in cui è realizzata la rende anche utilizzabile come panno per la pulizia delle lenti, che si presente in oltre 70 diverse fantasie.