In questo articolo si parla di:

Dopo averlo accompagnato nel percorso che lo ha portato a diventare due volte Campione Mondiale di sci freeride, Crosscall seguirà Aurélien Ducroz nella sua nuova carriera da velista. L’ambassador del marchio francese, domenica 27 ottobre, a bordo dell’imbarcazione Class40 affronterà la Transat Jacques Vabre 2019, la corsa velica transatlantica in doppio che si svolge ogni due anni dal 1993. Si partirà da Le Havre, in Normandia.

Aurélien Ducroz, originario di Chamonix, già protagonista di brillanti prestazioni durante le edizioni del 2013 e del 2017 della Transat Jacques Vabre, potrà contare su una gamma di prodotti perfettamente abbinabili, adattati alle condizioni ostili spesso affrontate dai marinai. La line-up del brand transalpino comprende accessori e smartphone impermeabili e resistenti, dotati di batteria a lunga durata. Tutti prodotti con i quali Crosscall equipaggia sportivi di livello del mondo della navigazione come Franck Cammas, Christopher Pratt, Lalou Roucayrol e lo skipper svizzero Alan Roura. La partnership con Aurélien rappresenta per lo specialista dell’outdoor mobile tecnology l’opportunità di promuovere i suoi prodotti a professionisti e appassionati di vela e di sviluppare la sua notorietà con il grande pubblico che seguirà l’evento sportivo in diretta o dietro il suo schermo.

Uno dei capisaldi dell’offerta di Crosscall è lo smartphone Trekker-X4, attraverso cui l’equipaggio può consultare in tempo reale tutte le informazioni fornite dagli strumenti di bordo tramite il semplice principio dello schermo condiviso. I telefoni Crosscall possono anche essere utilizzati per avvisare in caso di danni e fungere da supporto per l’installazione di molte applicazioni di aiuto alla navigazione.

“Negli ultimi 10 anni, Crosscall si è adattato agli ambienti più differenti, in montagna, in mare e in aria. Accompagnare Aurélien Ducroz in questa nuova avventura è un altro modo per dimostrarlo. È stato naturale per noi continuare una collaborazione iniziata nel 2016 sulle pendici di Chamonix e che prosegue ancora oggi sulle onde dell’Atlantico”, ha affermato Cyril Vidal, fondatore di Crosscall.

Una soddisfazione condivisa da Aurélien Ducroz: “Lavoro con Crosscall da quasi cinque anni e sono molto grato per il loro supporto in questo progetto. A bordo della Crosscall Chamonix-Mont-Blanc saremo equipaggiati con i prodotti Crosscall, che già utilizziamo abitualmente in barca. Sono davvero pratici perché fungono da schermo remoto dal sistema di navigazione installato all’interno della barca. In questo modo, evitiamo di andare avanti e indietro in cabina e abbiamo tutte le informazioni degli strumenti di bordo direttamente sul nostro telefono”.