In questo articolo si parla di:

Matteo Restivo entra a far parte del team di Akron attraverso un accordo di sponsorizzazione tecnica che unisce il brand al talento azzurro.

Medaglia di bronzo ai Campionati Europei Glasgow 2018 e tuttora detentore del record italiano dei 200 m dorso con il tempo di 1’56”29, Matteo, classe 1994, è diventato a tutti gli effetti uno dei principali rappresentanti della distanza del panorama Internazionale.

Il rapporto tra i due protagonisti dell’accordo si basa anche su una condivisione di valori come la passione e il rapporto con i compagn di squadra e i fan sono elementi che uniscono Matteo e Akron.

Domenico Fioravanti – co-owner e direttore marketing di Akron – “siamo un’azienda giovane, ma molto competitiva e la nostra volontà è quella di rappresentare l’essenza del nuoto moderno. Abbiamo scelto Matteo perché, a nostro avviso, esprime il carattere giovane e competitivo dell’azienda. Sono molto contento dell’ingresso di Matteo nel Team Akron, un ingresso importante in vista dei Campionati Mondiali di Gwangiù 2019. Ora più che mai, potendo contare su prodotti all’avanguardia come Ultraskin e Viper rendiamo evidente che siamo attentissimi alle esigenze degli atleti, nostro primo obiettivo. Do ufficialmente il benvenuto a Matteo nel #TeamAKRON, facendogli un grande in bocca al lupo in vista dei prossimi appuntamenti”.

“L’accordo raggiunto con Akron – dichiara Matteo Restivo– non solo mi soddisfa molto dal punto di vista tecnico ma mi riempie d’orgoglio italiano! Una realtà giovane e all’avanguardia nello sviluppo di materiali e nell’evoluzione della nostra disciplina. Del marchio Akron, personalmente, apprezzo la possibilità di scegliere tra due costumi da gara: l’Ultraskin Silver Carbon e il Viper, due capi simili ma diversi, in grado di soddisfare appieno le mie ‘sensazioni’ quotidiane in acqua. Indosserò con fierezza il made in Italy, ponendo tra i miei prossimi obiettivi una gara su tutte: il campionato Mondiale di Gwangiù, vero e proprio traguardo stagionale, dove mi auguro di poter raccogliere i frutti di un lavoro portato avanti con passione e dedizione in questi anni”.