In questo articolo si parla di:

Facendo seguito all’annuncio dei suoi obiettivi di sostenibilità per i prossimi cinque anni, Mammut compie un altro passo nel suo tipo di approccio responsabile alla produzione. Lo fa aderendo alla Sustainable Apparel Coalition (SAC). Il marchio svizzero, uno dei leader del settore outdoor, inizierà ora la progressiva implementazione dell’Indice Higg, diventando parte di un approccio collaborativo che prevede l’aumento di iniziative di responsabilità aziendale. In virtù dell’ingresso nel SAC, Mammut è diventata parte della principale industria di abbigliamento, calzature e industria tessile per la produzione sostenibile, e potrà ora disporre di una serie di strumenti standardizzati per misurare gli impatti ambientali e le condizioni di lavoro, tra cui la catena di fornitura, i marchi e i prodotti. Essere capaci di misurare la sostenibilità di fornitori, marchi e prodotti aumenta il focus sui risultati e fornisce solide basi per il processo di miglioramento continuo del settore tessile, oltre a rispondere alle esigenze di trasparenza ecologica e sociale da parte dei consumatori.

“Per noi di Mammut, i punti di forza dell’indice Higg sono l’unificazione dell’industria e la possibilità di fare comparazioni”, ha spiegato Adrian Huber, capo del reparto di responsabilità aziendale presso Mammut Sports Group AG. Che prosegue: “Tutti i membri del SAC si sono impegnati a collaborare per garantire una produzione più responsabile nelle catene di approvvigionamento globali. Un approccio collaborativo è essenziale per sostenere gli sforzi profusi e migliorare le prestazioni di sostenibilità”. Positivo anche il parere di Jason Kibbey, CEO della SAC: “Mammut condivide la nostra visione e siamo contenti di accogliere tra le nostre fila un produttore leader nel settore outdoor con una vasta esperienza in materia di sostenibilità. L’ingresso di Mammut nella nostra coalizione ci consentirà di aumentare la nostra influenza nel settore, accelerando ulteriormente il processo di crescita di un comportamento responsabile”.