In questo articolo si parla di:

Isole di plastica galleggianti grandi quasi come mezza Europa, 640.000 tonnellate di reti da pesca abbandonate negli oceani, quasi 12 milioni di tonnellate di plastica gettate in mare ogni anno: è questo il drammatico panorama che descrive lo stato di salute dei nostri oceani.

Di questo passo è facile immaginare che, molto presto, i nostri mari conterranno più spazzatura che pesci. Per rispondere a questa urgenza, Carvico SpA, azienda tessile italiana specializzata nella produzione di tessuti tecnici per l’abbigliamento beachwear, sportswear e outerwear, continua a sostenere le sue politiche ambientali volte a salvaguardare il benessere dei propri collaboratori, delle comunità territoriali e dell’ecosistema globale, attraverso concreti progetti di sostenibilità ambientale. Dotata di un impianto di pre-trattamento delle acque reflue e di un impianto di co-generazione energetica, Carvico è stata tre le prime aziende nel mondo ad aderire al protocollo di Kyoto nel 2005, ed è da sempre fortemente impegnata sui temi ambientali.

Questo impegno passa anche attraverso la scelta di materie prime riciclate. Carvico (insieme a Jersey Lomellina SpA – altra azienda del Gruppo Carvico n.d.r.) detiene dal 2013 l’esclusività del filo Econyl, costituito di poliammide 100% rigenerato da materiali di scarto pre e post consumer tra cui anche le reti da pesca ormai giunte a fine vita.

L’8 Giugno sarà la Giornata Mondiale degli Oceani e Carvico, insieme ad Healty Seas, Ghost Fishing e alla Cousteau Divers, ha scelto di celebrare questo giorno con un evento mondiale: un reportage dai fondali dell’Isola di Santorini per capire cosa significa davvero inquinamento.

Pierre-Yves Cousteau e il suo team, si occuperanno di recuperare le reti abbandonate e contestualmente trasmetteranno immagini straordinarie per raccontare al mondo intero cosa l’azione dell’uomo sta infliggendo alla flora e alla fauna marina e al bene più prezioso che abbiamo, l’acqua.

Le reti da pesca recuperate dai sommozzatori volontari di Ghost Fishing con la collaborazione dei Cousteau Divers saranno consegnate poi ad Aquafil SpA per la rigenerazione del Nylon – Econyl.

L’evento potrà seguito in diretta streaming