In questo articolo si parla di:

Decathlon ha chiuso il 2017 con un fatturato di 12 miliardi di euro, in crescita dell’11% sull’anno precedente. La performance positiva è dipesa soprattutto dalla sua crescente attività all’estero (+13,4%, a 7,6 miliardi di euro); nel 2017, infatti, delle 185 aperture di negozi realizzate, 176 sono state effettuate al di fuori della Francia.

L’insegna da 1.352 punti vendita (in 39 nazioni) è entrata in 10 nuovi mercati, tra i quali Australia, Stati Uniti (dove si tratta di un ritorno), Israele, Colombia, Sudafrica e Svizzera. E proprio in Svizzera Decathlon continua la sua espansione: nella seconda metà del 2019 aprirà un punto vendita a Villeneuve (VD).

In Francia, il fatturato di Decathlon ha raggiunto i 3,4 miliardi di euro, aumentando del 3% rispetto al 2016. Nel periodo sono stati aperti 9 negozi in Francia, portando la rete dell’azienda a 310 punti vendita. Designata azienda preferita dai francesi all’inizio di quest’anno, la società non specifica i profitti che ottiene e resta piuttosto abbottonata sul comunicare i propri dati di bilancio.

Decathlon si definisce ormai come un “omnicommerciante” e prosegue la sua trasformazione digitale generalizzando il click & collect e cercando di ottimizzare le condizioni di consegna. Il fatturato ottenuto online ha raggiunto il 4,5% delle vendite globali generate in Francia.

Per Decathlon, l’estero rappresenta ormai il 69% dell’attività, in crescita rispetto al 67% del 2016 e al 60,5% del 2014.