In questo articolo si parla di:
22 Dicembre 2017

La Fondazione per lo Sport Silvia Rinaldi ONLUS ha organizzato il “Corso per accompagnatori di persone disabili sugli sci”. A lezioni finite, sono 18 i nuovi accompagnatori che potranno accompagnare a vivere l’emozione della neve chiunque.

Obiettivo dell’iniziativa è la formazione tecnico-pratica di accompagnatori che possano rendersi disponibili a titolo gratuito e volontario all’accompagnamento sugli sci di persone con disabilità motoria, intellettivo-relazionale e sensoriale. Lo sci permette infatti a persone con qualsivoglia disabilità di gioire dell’attività sportiva in ambiente montano grazie a speciali adattamenti e al supporto di accompagnatori adeguatamente formati e preparati.

“Questo corso è l’espressione concreta del messaggio paralimpico, cioè l’integrazione e la condivisione di momenti sportivi; fare attività sportiva, in questo caso lo sci, per una persona disabile significa anche minori presenze in strutture sanitarie e di conseguenza meno costi per il Servizio Sanitario Nazionale” ha dichiarato il Cav. Antonio Fenu, delegato regionale Emilia-Romagna FISIP.

I partecipanti del corso, provenienti da Emilia-Romagna, Lombardia, Toscana e Lazio, hanno avuto accesso ad un percorso formativo che si è articolato su lezioni pratiche e teoriche, riguardanti temi legali, medici e psicologici, volti a comprendere le problematiche che emergono nella relazione con persone aventi diversi tipi di disabilità. La fase pratica si è svolta sulle piste da sci del Monte Cimone, dove i corsisti sono stati seguiti da formatori FISIP (Federazione Italiana Sport Invernali Paralimpici), maestri di sci specializzati nell’insegnamento della tecnica sciistica a persone disabili, dimostratori e atleti paralimpici. Il corso per accompagnatori fa parte del progetto “Outdoor Regione 365”, finanziato dalla Regione Emilia-Romagna e dalla Fondazione Vodafone Italia.

La FSSR ha inoltre scelto di donare ai rifugi dei comprensori emiliani, Monte Cimone e Corno alle Scale, sei nuove carrozzine modello “Ottobock Centro S1” (valore totale € 1500), che saranno consegnate nei prossimi giorni al fine di fornire le strutture ricettive di carrozzine di cortesia. In questo modo le persone disabili saranno in grado di scendere dal proprio monosci (o attrezzature affini) e fruire di tutti i servizi del rifugio in modo autonomo.