In questo articolo si parla di:

Si è tenuto il 16 novembre 2017 a Roma “Sport Work: Sport, lavoro futuro”, il primo convegno della Confederazione dello sport aderente a Confcommercio durante il quale sono stati illustrati i contenuti del contratto collettivo nazionale per lo sport. La struttura organizzativa di Confcommercio è alla sua prima uscita ufficiale, da quando, nel dicembre del 2015, ha sottoscritto con i sindacati Slc-Cgil, Fisascat-Cisl e Uilcom-Uil il contratto collettivo per i lavoratori dello sport, che ha tra gli obiettivi quello di orientare i quasi novantamila addetti del settore nel mercato del lavoro con un nuovo strumento che prevede istituti nuovi e flessibili come la stagionalità, l’orario plurisettimanale, clausole flessibili ed elastiche per il lavoro a tempo parziale e l’assistenza sanitaria integrativa obbligatoria.

Presenze

All’incontro, occasione di confronto tra mondo dello sport, politica e istituzioni, hanno preso parte il presidente dellaConfederazione dello Sport, Luca Stevanato, il vice presidente di Confcommercio, Paolo Uggè, il direttore Generale di Confcommercio, Francesco Rivolta, il presidente del Coni, Giovanni Malagò, e del Coni Lazio, Riccardo Viola, oltre a rappresentanti dell’Inps, dei sindacati e del Ministero del Lavoro. Al termine dei lavori si è tenuta una premiazione da parte dell’Associazione nazionale azzurri e olimpici d’Italia, con il presidente Stefano Mei, che ha consegnato il premo a Gianni Minà per il giornalismo sportivo, a Marco Tardelli, Giuseppe Gentile, Franco Sar e Juri Chechi per il prestigio e l’esempio, e agli eredi di Carlo Pedersoli (Bud Spencer) il premio Scienza, arte e sport. Premiata anche l’azienda Foppapedretti con il premio Sport e impresa.

Qui il contratto

www.ascsport.it