In questo articolo si parla di:
9 Novembre 2017

il progetto di 2XU è quello di riuscire ad aumentare la propria presenza in Asia in tempi molto ristretti. Questo è possibile grazie alla firma di un accordo con il rivenditore di moda cinese GXG.

Una joint venture pensata per rendere i prodotti di compressione del marchio ampiamente disponibili ai consumatori cinesi. 2XU fa infatti intenzione di aprire fino a 50 negozi al dettaglio in Cina nei prossimi tre anni, oltre ad aumentare la presenza online e all’ingrosso nel Paese.

Il marchio disegnerà poi anche linee di abbigliamento esclusivamente per il mercato cinese.

L’amministratore delegato di 2XU, Paul Higgins, ha descritto la partnership con GXG come “una vera e propria pietra miliare” e ha detto che segna “un altro eccitante capitolo” per l’azienda.

2XU ha aperto il suo primo negozio a Melbourne, in Australia nel 2005. Attualmente gestisce 26 negozi di vendita al dettaglio in Australia e 34 negozi al di fuori dell’estero. È presente anche in oltre 4.000 sedi all’ingrosso, tra cui Hong Kong e Singapore.