In questo articolo si parla di:
24 Ottobre 2017

Si rivolge soprattutto alle donne l’invito di Aqua Sphere a riprendere forma e forza fisica mettendosi in corsia. Attraverso il design, i tessuti e le nuove tecnologie dei suoi costumi, il brand ha pensato a un connubio di novità per migliorare le esperienze delle nuotatrici di ogni livello.

Abbiamo avuto modo di provare i nuovi prodotti in occasione di una lezione di Piloga, presso la piscina Colonna di Milano. Una vestibilità impeccabile è garantita dal Body Control System, che valorizza la figura, aumentando la consapevolezza del proprio corpo dentro e fuori dall’acqua. Particolare molto apprezzato soprattutto per la libertà e sicurezza di movimento.

Le spalline termosaldate, come anche il sistema di regolazione delle stesse, completano il profilo tecnico del costume ideale per ogni nuotatrice. La possibilità di fare in un ambiente diverso quel mix tra yoga e pilates, ci ha permesso di entrare in una nuova dimensione dove l’elemento acqua si fa mezzo per una migliore e più rilassante performance.

I costumi hanno assecondato i movimenti del nostro corpo restando ben saldi e aderenti al corpo, senza segnare la pelle né costringere anche nelle posizioni più estreme.

Nella sua presentazione, Aqua Sphere non ha mancato di accennare all’ultima evoluzione per quanto riguarda la sostenibilità. L’azienda genovese infatti è orgogliosa di fare la differenza adoperando il tessuto Repreve, una fibra innovativa realizzata grazie al riciclo di bottiglie di plastica: un materiale ecosostenibile che si mette a disposizione dello sport acquatico declinandosi in diversi colori e modelli, rimanendo inalterato rispetto all’azione del cloro.

Per offrire un confort nuovo, assolutamente familiare, che deriva dalla consapevolezza di indossare un capo amico dell’ambiente.