In questo articolo si parla di:

Giorni intensi quelli che si stanno vivendo ad Alpago-Piancavallo: i Mondiali di sci alpinismo stanno emozionando e regalando una pioggia di medaglie agli atleti azzurri. Tra questi, segnaliamo il titolo iridato conquistato da Alba De Silvestro per la categoria under23 proprio il giorno di apertura della manifestazione.

Pochi giorni fa l’annuncio della meritata convocazione in nazionale, ottenuta grazie a un inizio di stagione che l’ha vista vincere tre titoli ai Campionati Italiani e aggiudicarsi due primi posti nelle Individual race delle prime due tappe di Coppa del Mondo, e oggi la bellunese Alba De Silvestro non ha disatteso le aspettative. Classe 1995, la giovane atleta di Padola (BL) ha dimostrato di avere carattere e grinta da grande campionessa.

Le nevi venete di Alpago, nel comune bellunese di Tambre, hanno visto andare in scena la prova Individual race su un percorso molto tecnico: 14,4 chilometri, con un dislivello positivo di 1670 metri per la gara maschile, una salita in meno e 1550 metri di dislivello per quella femminile. Come se non bastassero le difficoltà del tracciato, anche le condizioni di forte nebbia, hanno messo a dura prova gli atleti: «Ho provato a partire subito forte e forse l’ho un po’ pagata sulla terza salita – ci racconta un’affaticata, ma emozionata Alba – all’arrivo ero sicuramente molto stanca, di solito utilizzo le fasi di discesa per recuperare, ma la nebbia non mi ha permesso di affrontarle nel migliore dei modi».

Quello di Alpago-Piancavallo è il terzo mondiale per la portacolori del CS Esercito, il primo nella categoria Espoir: «La vittoria di oggi mi rende felice e mi fa ben sperare per i prossimi giorni».

Per maggiori informazioni clicca qui