In questo articolo si parla di:

In uno sport di squadra, com’è possibile pianificare una preparazione fisica per un gruppo di ragazzi che reagiscono in modi e in tempi diversi allo stesso stimolo allenante? A dare una risposta ci prova un programma Made in Italy e si chiama SuperOp.

Frutto dell’esperienza ventennale del professor Marco De Angelis dell’Università dell’Aquila e di una start-up innovativa con base a Reggio Emilia, SuperOp è una proposta sofisticata nell’algoritmo di misura del carico interno dell’atleta, ma estremamente semplice nell’utilizzo, in grado di risolvere il problema principale di tutti i programmi di preparazione fisica: conoscere la reale condizione di ogni singolo giocatore e somministrargli il programma di allenamento giornaliero più adeguato.

Anche i ragazzi dell’Orlandina Basket, formazione di Capo d’Orlando che milita nella massima divisione del nostro campionato di pallacanestro, hanno deciso di affidarsi a questo programma particolare in grado di fornire un programma giornaliero diverso da giocatore a giocatore.

SuperOp è composto da uno sfigmomanometro sottile da polso e di una app per smartphone, e utilizza un complesso calcolo statistico-matematico che elabora i valori di pressione minima e massima e il battito cardiaco rilevato al mattino prima di alzarsi dal letto: si tratta di tre parametri fortemente legati allo stress metabolico indotto dalle attività di recupero e supercompensazione che seguono un allenamento e che SuperOp elabora per indicare poi il carico di lavoro ottimale per l’allenamento della giornata.

Maggiori informazioni su www.super-op.com